Campane ‘impazzite’ nel cuore della notte, il prevosto: “Chiedo scusa ai lecchesi”

Tempo di lettura: 1 minuto

 

LECCO – Frà Martino questa volta non c’entra nulla: le campane della Basilica di San Nicolò hanno svegliato diversi residenti del centro, suonando all’impazzata intorno alla mezzanotte della scorsa sera, colpa di un guasto alla centralina che regola il loro funzionamento.

“Hanno cominciato a battere come se fosse mezzogiorno – ci ha segnalato un lettore – neppure nostro Signore vorrebbe essere svegliato così, speriamo quindi che sia stato soltanto un errore”.

Che di errore si è trattato lo conferma il prevosto, monsignor Franco Cecchin, dispiaciuto per l’inconveniente: “Ero da poco andato a letto anch’io quando le campane hanno iniziato a suonare, purtroppo c’è stato un problema tecnico con la centralina. Mi scuso tanto con i lecchesi per il disagio provocato”.