I pendolari della Lecco – Como: “Linea tra le peggiori in Lombardia”

Tempo di lettura: 2 minuti

LECCO – “Con il cambio orario del 12 dicembre scorso sono state introdotte tre nuove corse: ad oggi ci sono 23 corse giornaliere (erano 12 nel 2008), un risultato indubbiamente positivo. Purtroppo dopo circa tre mesi siamo costretti a fare un bilancio tutt’altro che positivo del servizio”.

Sono i membri del Comitato Pendolari Como Lecco ad esprimere il proprio disappunto in relazione al servizio di Trenord, definito “sempre più scadente e anzi, tra i peggiori in Lombardia”. Il comitato parte dai dati (fonte ufficiale di Trenord, come specificato, raccolti da dicembre a oggi, qui riassunti.

“Marzo 2017 inizia subito con la soppressione di una corsa da Como, infatti il primo giorno del mese Trenord comunica tramite l’account ufficiale Twitter della Como-Lecco “Oggi il treno 5201 non verrà effettuato”; come al solito per conoscere il motivo della cancellazione del treno bisogna affidarsi ad altri canali informativi sui trasporti, tramite i quali scopriamo che la soppressione è causata da “un necessario intervento di manutenzione straordinaria, in seguito ad un inconveniente al treno” proseguono i pendolari. “Le circa 330 persone che abitualmente usano questa unica corsa mattiniera per Lecco, si sono dovute arrangiare. Come se non bastasse, la giornata si conclude con l’ultimo treno per Como che termina la corsa alle 20.20 con 14 minuti di ritardo”.

“A metà marzo siamo a quota: 1 soppressione totale, 4 soppressioni parziali e almeno 6 corse in ritardo. Trenord ci ripete che gli utenti della linea sono sempre gli stessi nonostante siano state incrementate le corse; ribadiamo a Trenord: come pretendete che un lavoratore o uno studente faccia affidamento a questa linea ferroviaria quando i disservizi sono frequenti e impattanti come dimostrato dai numeri degli ultimi 3 mesi? I ritardi cronici e le soppressioni rendono la Como-Lecco una delle più inaffidabili di tutta la Regione! E Trenord ci rassicura continuamente sul fatto che arriveranno treni nuovi: un miraggio!

“A qualche pendolare esasperato per i continui guasti al materiale rotabile, è stato risposto per iscritto che: presso il deposito di Lecco, sono attualmente presenti 12 convogli diesel di ultima generazione e le ultime automotrici Aln668, la cui alienazione è prevista via via che verranno immessi in servizio nuovi materiali rotabili. Alle favole non crediamo più. Sono anni che ci ripetono le stesse cose. Vogliamo fatti non parole” concludono i pendolari arrabbiati “Cosa ha da dire Trenord di fronte ai 18 comuni e alle province di Como e Lecco che sostengono la nostra causa di rilancio della linea ferroviaria? Nonostante gli sforzi per pubblicizzare in vari modi la linea ferroviaria Trenord continua ad offrire un servizio scadente ed inaffidabile che va contro agli interessi di tutti”.