Il questore Gabriella Ippolo

 

LECCO – “Lascio il cuore a Lecco, non è una frase fatta. Mi sono trovata benissimo tra voi, questa città mi ha dato più di quanto io abbia potuto dare a lei. Se Lecco avesse le rotelle me la porterei come me”.

E’ con questo saluto, pieno d’affetto, che il questore Gabriella Ioppolo lascia il capoluogo manzoniano per assumere un nuovo incarico a Siracusa, nella sua Sicilia. La notizia del suo trasferimento è giunta solo una settimana fa, sorprendendo lo stesso questore che tra qualche mese avrebbe compiuto il suo secondo anno alla guida della Questura lecchese.

“Un anno e mezzo intenso – sottolinea Ioppolo – ci sono stati arresti importati, unici in tutta Italia, mi riferisco ai due presunti terroristi dell’Isis arrestati in città, ma anche operazioni contro lo spaccio di droga. Abbiamo vissuto momenti difficili, come l’incidente in cui è rimasto coinvolto l’agente Pettinato, tragici per la morte dell’agente Pischedda. I nostri sforzi sono stati diretti anche sul fronte dell’emergenza migranti che a Lecco è cominciata con i primi arrivi numerosi di richiedenti asilo in concomitanza con il mio arrivo in città. Mi ero già occupata di questa problematica nel precedente incarico proprio a Siracusa, ma per Lecco era una situazione totalmente nuova”.

Il questore Ioppolo incontra i giornalisti prima della sua partenza da Lecco

 

Così come nuovo era per Gabriella Ioppolo l’incarico da questore, in una città che non conosceva e che oggi lascia con grande dispiacere: “Prima di allora avevo lavorato solo in realtà del sud, dove si opera sempre in emergenza, qui invece è possibile impostare meglio il nostro operato, pur con le difficoltà anche qui esistenti legate a risorse e organico. Sono stata accolta benissimo, ho trovato il sostegno dei miei collaboratori, una bellissima collaborazione con le istituzioni e con le altre forze dell’ordine. Lecco è una realtà che è diventata subito mia”.

Non un addio ma un arrivederci quello del questore Ioppolo che promette di tornare presto per fare di nuovo visita alla ‘sua’ Lecco. Nel frattempo si attende di conoscere chi coglierà il suo testimone: una risposta potrebbe giungere a inizio marzo quando verrà assegnato l’incarico. Ora sarà la dott.sa Acca, vicario del questore, a guidare la Polizia di Stato in città fino all’arrivo del nuovo funzionario.