Luisa Rota Sperti “disegna” un frigorifero per il popolo del Nepal

Tempo di lettura: 2 minuti
L'artista mandellese Luisa Rota Sperti e il suo frigorifero "pro Nepal".
L’artista mandellese Luisa Rota Sperti e il suo frigorifero “pro Nepal”.

MANDELLO – C’è anche la mandellese Luisa Rota Sperti tra gli artisti protagonisti del Festival “H-drà” in scena fino a oggi, domenica 7 giugno, a Lecco.

L’evento affronta il tema di Expo 2015, ossia “Nutrire il pianeta”, attraverso l’esperienza del conservare.

Simbolo della manifestazione è, non a caso, il frigorifero domestico, dato in sponsorizzazione dalla ditta Smeg, leader mondiale nel settore della produzione di elettrodomestici, e rivisitato in modo “fantastico” da quattro artisti: oltre appunto a Luisa Rota Sperti anche Raouf Gharbia, Marco Menaballi e Nicola Villa.

La Rotasperti ha disegnato per l’occasione il frigo Smeg per “Art no frost, frigoriferi d’autore” con templi, montagne, preghiere e ben 108 volti di donne, uomini e bimbi del Nepal.

La sua opera d’arte è stata presentata ieri, sabato 6 giugno, in Sala Don Ticozzi.

I frigoriferi dipinti dai quattro artisti verranno poi esposti in alcune vetrine del centro di Lecco fino alla fine del mese e in seguito messi all’asta.

Ognuno ha scelto un progetto di beneficenza e Luisa Rota Sperti ha pensato al Nepal per il suo dipinto ispirato appunto, come lei dice, “al dolce popolo nepalese”, visitato nel 1972 e che l’artista porta sempre nel cuore, duramente colpito dal terribile e devastante terremoto dello scorso fine aprile.

Il ricavato della vendita del suo frigorifero (modello FAB 10) andrà infatti al progetto “Cargo for Nepal”.

Luisa-Rota-Sperti_artista_frigorifero_Nepal (1)

Luisa-Rota-Sperti_artista_frigorifero_Nepal (4)

Luisa-Rota-Sperti_artista_frigorifero_Nepal (2)