Mandello, i coscritti del 1932 a tavola tra ricordi e aneddoti

Tempo di lettura: 1 minuto

coscritti_Mandello_1932 (11)

 

MANDELLO – Ritrovarsi in compagnia per trascorrere qualche ora serenamente e magari “rivedere” idealmente momenti di vita vissuta, ricordare piacevoli incontri di un passato più o meno lontano ma anche guardare avanti, con la determinazione, la volontà e la giusta energia per affrontare gli anni che verranno.

Animati da questo spirito i coscritti di Mandello del 1932 si sono dati appuntamento a Villa Maggio per il pranzo e appunto per il piacere di stare insieme e concedersi qualche chiacchiera in amicizia.

Lo scopo è stato raggiunto, come dimostrano anche le fotografie che di seguito pubblichiamo, scattate da Francesco Gala.

Un’annotazione significativa: le due immagini in bianco e nero che aprono la “galleria” fotografica sono state scattate dallo stesso Francesco Gala nel 1957 in occasione della festa per il venticinquesimo dei coscritti del ’32.