Senzatetto all’ingresso del Teatro. “Non vuole lasciare quel porticato”

Tempo di lettura: 2 minuti

LECCO – Ormai da più di due mesi ha fatto di quel portico del Teatro della Società, chiuso per lavori, la sua casa e non intende lasciarla: con Piazza Garibaldi allestita a festa, tutti si sono accorti di quel senzatetto, anche i servizi sociali che da tempo stanno cercando di convincerlo a farsi aiutare.

Lo ha riferito il vicesindaco Francesca Bonacina intervenendo lunedì sera in Consiglio Comunale. “Tutte le settimane il nostro personale passa da lui per vedere come sta e se possibile convincerlo a trovare una soluzione alternativa. Si tratta di una persona non residente a Lecco ma nel comune di Oggiono. Più volte ci ha fatto capire che la sua è una scelta, lo scorso anno era stato ospite del rifugio notturno della Caritas”.

“Non rappresenta un problema per la sicurezza – precisa l’assessore – è una persona molto mite”. E’ una questione sociale ed anche di decoro urbano. “Sotto il porticato deposita i suoi effetti personali, c’è una situazione di scarso igiene” ha spiegato Bonacina.

Il Comune ha rivolto un appello alle associazioni che aiutano i senzatetto di intercedere affinché il clochard possa accettare una collocazione diversa. “Vorremmo evitare azioni coercitive – fa sapere il vicesindaco – e proseguiamo l’opera di convincimento”