Taglio del nastro per l’Iperal di Mandello, da giovedì l’apertura

Tempo di lettura: 3 minuti
Il presidente Tirelli e il sindaco Fasoli tagliano il nastro del punto vendita Iperal a Mandello

 

MANDELLO – Una superficie di 1200 metri quadrati, su un’area complessiva di 2 mila mq, 120 parcheggi di cui la metà all’esterno e l’altra al coperto, 50 dipendenti dei quali 31 neo assunti di cui nove di Mandello: sono i numeri del nuovo punto vendita Iperal, inaugurato mercoledì pomeriggio, alla vigilia della sua apertura ufficiale al pubblica, prevista per giovedì mattina.

E’ il 40esimo punto vendita Iperal, il quarto aperto in un solo anno per la catena di supermercati nata nel 1986 in provincia di Sondrio.

“Siamo un’azienda fortemente territoriale, crescita in provincia Sondrio, poi siamo scesi con il passo dei montanari, ovvero facendo il passo secondo la gamba e nel 2000 abbiamo aperto a Lecco. Oggi siamo presenti in sette province della Lombardia” ha ricordato intervenendo all’inaugurazione, il presidente del gruppo Iperal, Antonio Tirelli.

Il numero uno di Iperal, esordendo nel suo discorso, ha voluto ricordare la figura di Ulisse Cortesi, proprietario dell’area dove oggi sorge il supermercato e che in passato era sede delle storiche Officine Cortesi. L’imprenditore è scomparso nell’aprile di quest’anno a seguito di un malore che lo ha colto mentre assisteva ai lavori in corso nel capannone.

“Vorrei veramente che Ulisse fosse qui a vedere il risultato del suo sforzo, del suo impegno, della sua determinazione in questi anni – ha proseguito Tirelli – io lo conobbi otto anni fa, aveva già in mente questo progetto. Non fu facile, lo portò avanti con la precedente amministrazione, l’attuale amministrazione Fasoli ha recepito questo progetto, ne ha capito il valore e da allora le cose sono andate meglio”.

Un’apertura “contrastata” ha sottolineato il presidente di Iperal ricordando i cinque ricorsi al Tar e i due ricorsi civili avanzati da alcuni cittadini. “Mai come in questa apertura siamo stati contrastati, abbiamo dovuto trovare una soluzione per garantire il diritti di tutti e dobbiamo ringraziare l’amministrazione comunale che ha sempre lavorato con fermezza e serietà”.

“Nelle nostre aperture siamo sempre rispettosi dei territori e della comunità in cui andiamo a sviluppare la nostra iniziativa – ha proseguito Tirelli – per questo dole il contrasto con alcuni mandellesi”.

Il sindaco Fasoli, insieme al vice Serenella Alippi e gli assessori Patriniani e Tagliaferri hanno partecipato all’inaugurazione del punto vendita, insieme al parroco don Giuliano Zanotta, che ha impartito la sua benedizione, e ai rappresentanti delle forze dell’ordine.

Abbiamo cercato di garantire i diritti di tutti – ha spiegato Fasoli – avendo un occhio di riguardo per i nostri commercianti, prestando attenzione alla grandezza di questa struttura, alla viabilità con la nuova rotonda e alla riqualificazione di un’area che andava verso la dismissione”.

Iperal ha stimato in tre mila i mandellesi che fanno compere nei punti vendita già aperti, “sappiamo che la metà dei nostri cittadini fa spesa fuori dal nostro comune. Significa che al territorio serviva una struttura come questa”.