“W di Walter”, Bonatti raccontato dalla Podestà il 2 gennaio a Lierna

Tempo di lettura: 2 minuti
l grande alpinista e esploratore Walter Bonatti in una foto che lo ritrae accanto a Rossana Podestà.
Il grande alpinista e esploratore Walter Bonatti in una foto che lo ritrae accanto a Rossana Podestà.
Il grande alpinista e esploratore Walter Bonatti in una foto che lo ritrae accanto a Rossana Podestà.

 

LIERNA – Inizierà nel segno e nel nome di Walter Bonatti il nuovo anno a Lierna. Per iniziativa dell’associazione “Lettelariamente” sabato prossimo 2 gennaio, con inizio alle ore 20.45, presso la mensa delle scuole in via Parodi verrà infatti proiettato il film documentario di Rossana Podestà e Paola Nessi “W di Walter”.

Walter-Bonatti_filmDalla casa per molti anni condivisa a Dubino, in Valtellina, con il grande alpinista e esploratore scomparso nel 2011, per oltre trent’anni suo compagno nella vita di ogni giorno, la Podestà racconta la vita di Walter da quando era bambino, con già le mani forti e lo sguardo intelligente, fino agli ultimi giorni della sua vita.

Pensato e realizzato nel corso dell’estate 2013 dalla stessa Podestà e dalla videomaker lecchese Paola Nessi, il docufilm descrive anche le grandi imprese di Bonatti, come lui le aveva nel cuore e come soltanto Rossana poteva sapere.

E alle sue parole si accompagnano preziose immagini di repertorio, in cui ad esempio un giovanissimo Bonatti ospite in uno studio della Rai a Milano racconta la famosa notte sul K2, quella in cui – come Walter stesso ebbe a scrivere – avrebbe dovuto morire.

E poi l’impresa solitaria sul Dru, splendido pilastro del Monte Bianco, quella fatica di cui Bonatti aveva bisogno per dimenticare le amarezze proprio del K2.

Rossana Podestà, a sua volta scomparsa nel dicembre 2013, racconta le ascensioni che hanno fatto storia e la parte del film dedicata all’alpinismo si chiude con il capolavoro di Bonatti sulla Nord del Cervino, quell’invernale in solitaria con la quale il grande alpinista avrebbe salutato per sempre l’alpinismo estremo.

La serata liernese del 2 gennaio sarà a ingresso libero.