Aereo si schianta in Valvarrone, una tragedia: tre morti

Tempo di lettura: 3 minuti

Incidente_aereo_valvarrone_6_giugno_2014 (2)

PREMANA – Un idrovolante è precipitato nel territorio di Premana intorno alle 11.30 di lunedì.  Il velivolo si è schiantato appena prima dell’Alpe Forni, nei pressi dell’omonima valle, in Valvarrone.

Le informazioni a disposizione della Prefettura poco dopo l’incidente parlavano di tre i morti in questa tragedia. Due i corpi che sarebbero stati rinvenuti da subito ma tra le macerie dell’aereo si cercava anche una terza persona. Notizia poi confermata dal 118, con il ritrovamento anche del terzo cadavere.

Incidente_aereo_valvarrone_6_giugno_2014 (7)

L’idrovolante era partito  dall’Aero Club di Como e a bordo,  secondo le informazioni emerse,  si trovavano Francesco Gianola, originario di Premana  e residente da anni ad Abbadia Lariana insieme alla moglie, Adele Croci, morta insieme al marito nel tragico schianto. Deceduto anche il pilota Pietro Brenna, 33enne comasco, figlio di imprenditori edili e aviatore esperto. A quanto sembra doveva essere un volo di piacere, un regalo dei figli ai coniugi, trasformato poi, per cause da accertare, in un dramma.

Nel frattempo hanno raggiunto  il luogo dell’accaduto i vigili del fuoco insieme ai carabinieri e la Polizia Locale, mentre un elicottero del 118 ha  sorvolando la zona per trasportare in loco il personale medico e il soccorso alpino.

Incidente_aereo_valvarrone_6_giugno_2014 (11)

Un altro elicottero che ha raggiunto l’area dell’incidente è quello dei pompieri. Questi ultimi  si sono mossi anche con due squadre da Lecco e altrettante da Bellano e una volta sul posto hanno spento le fiamme che avevano divorato il velivolo. Recuperati i corpi delle vittime, è partita la messa in sicurezza dell’area.

“Ho visto l’aereo volare a bassa quota – spiega Sandro Gianola, caposquadra del soccorso alpino di Premana, sul posto insieme agli altri soccorritori – poi ho ricevuto una chiamata da mia moglie che mi diceva di aver sentito un boato e subito dopo una colonna di fumo alzarsi verso l’alto. Subito ho pensato all’aereo visto poco prima. Volava troppo basso”.

Incidente_aereo_valvarrone_6_giugno_2014 (1)

Secondo  una prima ricostruzione dell’accaduto, il velivolo, per cause da accertare, volava così a basso che potrebbe aver prima toccato gli  alberi  per poi toccare il costone della montagna e rotolare giù verso il fiume Varrone, avvolto dalla fiamme. Lì, a pochi passi dal torrente, è terminata la sua corsa.

Incidente_aereo_valvarrone_6_giugno_2014 (10)

Incidente_aereo_valvarrone_6_giugno_2014 (9)

 GALLERIA FOTOGRAFICA