In campo 1200 studenti “ricicloni”, raccolti oltre 23 mila Kg di carta

    Tempo di lettura: 4 minuti

    Premiazioni del progetto promosso da Confindustria Lecco e Sondrio

    Raccolti 23.381 Kg di carta e cartone, un’iniziativa per sviluppare la cultura del riciclo

    LECCO – 55 classi (terze, quarte e quinte) delle scuole primarie di Lecco e Sondrio (rispettivamente 23 e 32) per un totale di circa 1.200 alunni coinvolti: questi i numeri del progetto Riciclone, promosso da Confindustria Lecco e Sondrio e realizzato in collaborazione con il Consorzio Bestack.

    Riciclone, lanciato sul territorio con questa prima edizione pilota, è un progetto che propone agli alunni partecipanti di avvicinarsi al ciclo della carta e del suo riciclo, con un percorso partito con alcune clip formative realizzate dal Consorzio Bestack e una visita didattica alla Cartiera dell’Adda di Calolziocorte.

    L’iniziativa si è poi sviluppata invitando i bimbi a impegnarsi in una gara nella quale ad ogni classe partecipante è stato richiesto di raccogliere la maggior quantità di carta, cartoncino e cartone da riciclo possibile, anche portandola da casa e depositandola nell’apposito contenitore fornito da Confindustria Lecco e Sondrio e realizzato da Tilsa, che ha progettato anche l’immagine della mascotte di Riciclone

    E se a un bimbo a turno è stato affidato il compito di controllare che il materiale inserito per la propria classe corrispondesse alle caratteristiche richieste per il riciclo, l’Associazione ha provveduto a “pesate” periodiche aggiornando la classifica delle classi più “riciclone”.

    Ogni singola classe ha proposto infine uno slogan per la prossima edizione di Riciclone.

    All’auditorium Ghisla di Colico, oggi (21 maggio), si è tenuta la giornata finale alla quale ha partecipato una rappresentanza dei bimbi coinvolti, per la premiazione della classe che si è distinta come più “riciclona” raccogliendo la maggior quantità di carta e cartone nella propria provincia: la III A della Scuola Primaria A. Moro di Malgrate, con 981 Kg di materiali raccolti, ha primeggiato per la provincia di Lecco, mentre la classe III dell’IC Sondrio Paesi Retici di Chiesa Valmalenco, con 2.368 Kg, si è distinta per la provincia di Sondrio.

    Premiati anche gli istituti che fra tutti i partecipanti della stessa provincia hanno complessivamente raccolto più materiali: la Scuola Primaria A. Stoppani di Imbersago con 2.043 Kg, per il territorio di Lecco, e l’IC M. Anzi di Bormio con 2.595 Kg, per la provincia di Sondrio.

    Alla IV B dell’IC M. Anzi di Bormio, infine, il premio per avere coniato lo slogan scelto dalla giuria per la prossima edizione dell’iniziativa: Riciclone… il miglior amico di carta e cartone! Con Riciclone, nelle due province, sono stati complessivamente raccolti 23.381 Kg di carta e cartone da destinare al riciclo.

    “Riciclone è un’iniziativa che abbiamo progettato con l’obiettivo principale di promuovere lo sviluppo della cultura del riciclo, in particolare della carta. Abbiamo scelto di coinvolgere gli alunni delle scuole elementari perché è importante che anche nei giovanissimi sia sollecitato il formarsi del senso civico e del senso di responsabilità – evidenzia Carlo Anghileri, presidente della Categoria Merceologica Carta, Grafica, Editoria di Confindustria Lecco e Sondrio -. Non solo: per come è stato concepito il progetto, i bimbi coinvolti hanno avuto la possibilità di comprendere quale importante risorsa sia la carta, quali nuovi prodotti possono nascere dal suo riciclo e quali sono i diversi aspetti legati alla raccolta differenziata di qualità. Sono stati inoltre stimolati a fare lavoro di squadra e ad applicare alcune delle conoscenze acquisite a scuola per portare a termine quanto richiesto dalla competizione”.

    “Per la realizzazione del progetto è stato essenziale il contributo di due aziende che ringrazio per la grande disponibilità: Cartiera Dell’Adda con Giuseppe Cima, che ha ospitato tutte le visite, e Tilsa con Emanuele Redaelli” conclude Anghileri.

    “In un momento particolare della nostra economia – sottolinea l’Amministratore Delegato di Tilsa, Emanuele Redaelli – dove da più parti si spinge sempre più verso un’economia circolare, partire dai più giovani è stata per tutti noi una scelta fortemente voluta. Introdurre una gara fra le scuole, durata diversi mesi, ha permesso di trasmettere ai bambini l’importanza della carta intesa non più come un semplice rifiuto, ma come parte di un sistema più grande che li ha coinvolti giorno per giorno. Un ringraziamento va da parte mia a tutti gli insegnanti che hanno costantemente sostenuto il progetto e a tutti i genitori che da casa hanno aiutato i propri bimbi a differenziare nel giusto modo le diverse tipologie di carte”.

    “Crediamo molto nel rapporto con i giovani e le scuole – commenta il presidente di Cartiera Dell’Adda, Giuseppe Cima – infatti le porte della nostra azienda sono sempre aperte per loro. In questo caso, quasi 1.200 bimbi sono venuti in Cartiera perché coinvolti in un percorso più articolato che riguarda la nostra specifica attività e siamo particolarmente contenti di avere dato un contributo nello sviluppo, da parte loro, di una consapevolezza diversa rispetto al processo del riciclo e alla sua importanza, anche nell’ottica della sostenibilità ambientale”.