Continue violenze sul figliastro, arrestata 24enne albanese

    Tempo di lettura: < 1 minuto

    LECCO – Percosse, maltrattamenti e una piccola vittima totalmente terrorizzata: è una storia orribile quella svelata dalla Squadra Mobile della Questura di Lecco che lo scorso sabato ha arrestato una giovane albanese di 24 anni colpevole secondo gli inquirenti di pestaggi nei confronti di un bambino di 7 anni, figlio di suo marito anch’esso di nazionalità albanese.

    Una violenza incredibile quella perpetrata dalla donna nei confronti del bimbo, finito almeno quattro volte in ospedale con ematomi, traumi su tutto il corpo e addirittura in caso con due costole rotte ed un dito spezzato. Da quanto ricostruito, la 24enne si accaniva sul bambino anche nel momento della doccia, sbattendogli la testa contro la vasca da bagno o svegliandolo al mattino con calci, buttandolo giù dal letto.

    Ogni volta che si la coppia e il figlio si presentavano al pronto soccorso dell’Ospedale Manzoni, il padre giustificava l’accaduto in modo generico evadendo le domande dei medici. E’ stato proprio il personale del nosocomio a segnalare il tutto in Questura, permettendo l’avvio delle indagini.

    Gli agenti, dopo gli accertamenti del caso, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti della matrigna (C.E.) ora in carcere a Como ed hanno denunciato anche il padre per il comportamento omissivo.

    Un incubo finito per il piccolo, affidato dopo le cure ad una comunità protetta.