Addio all’avvocato Adele Sirolli Martini, donna di cultura e amante della letteratura

Tempo di lettura: 3 minuti
L'avvocato Adele Sirolli vedova Martini, scomparsa all'età di 96 anni

Vedova dell’avvocato Edmondo Martini aveva 96 anni

Fu insegnante al liceo classico Manzoni quando era preside don Ticozzi

PESCATE – Dolore per la morte di Adele Sirolli, vedova dell’indimenticato avvocato Edmondo Martini, morto nel 2009 all’età di 85 anni. Adele Sirolli si è spenta nella giornata di ieri, giovedì 26 novembre, all’età di 96 anni.

Una donna con tantissimi interessi e passioni che ha portato avanti fino all’ultimo: “Su mia mamma si potrebbe scrivere un libro – ricorda il figlio Richard Martini, noto avvocato di Lecco titolare dello studio legale di famiglia in via Cattaneo -. Sicuramente il suo amore primario era per la cultura, un amore che però non teneva nel segreto del suo studio ma cercava di condividere con gli altri. Ha iniziato studiando Lettere ed è stata professoressa di Latino e Greco al Liceo Classico Manzoni di Lecco quando era preside don Giovanni Ticozzi, quindi è stata direttrice della biblioteca civica di Lecco“.

Sposata con quello che era stato suo compagno di classe, l’avvocato Edmondo Martini (anche lui laureato prima in Lettere e poi Giurisprudenza), decise di seguire la stessa strada perché c’era bisogno di un aiuto nello studio legale del marito: “Così prese la laurea in Giurisprudenza, credo di essere stato nella sua pancia quando ha dato l’esame di diritto privato. Mia madre poi si è dedicata al diritto di famiglia, è stata la prima donna avvocato a Lecco nel diritto di famiglia ed era tuttora iscritta all’albo degli avvocati”.

Adele Sirolli, poi, ha svolto anche attività di volontariato nel carcere di Lecco: “Ha avuto una vita intensa sia dal punto di vista lavorativo che rispetto agli interessi culturali e ci piace ricordarla così. Latinista d’altri tempi, per lei il latino era quanto di più bello poteva esserci. Traduceva tranquillamente dal latino al greco e amava la letteratura tanto che scrisse anche un libricino sulla sua giovinezza, coincisa con la Seconda Guerra Mondiale e gli anni della Resistenza, intitolato ‘Il sofà’. Oltre a tutto ciò si è sempre dedicata anche alla sua famiglia e noi figli: a me, a mia sorella Lia, oggi presidente di sezione Corte di Appello a Milano e a mia sorella Simonetta, psichiatra responsabile del Cps dell’Asst di Lecco”.

Adele Sirolli vedova Martini, lascia i figli Lia, Simonetta e Richard, i nipoti Cristiana, Sara, Beatrice, Edmondo, Giacomo e Giovanni e i pronipoti Tafari, Lionel, Riccardo e Lucas. I funerali saranno celebrati domani, sabato 28 novembre, nella chiesa parrocchiale di Pescate alle ore 11.

Il ricordo del sindaco di Pescate

“Cittadina di Pescate e mamma dell’avvocato Richard Martini di lei ho ricordi molto belli – ha detto il sindaco Dante De Capitani -. Puntualmente ogni Natale mi mandava una lettera piena di complimenti e di suggerimenti per rendere sempre più bella la nostra Pescate. La signora Adele era stata la prima ad aderire all’invito che, appena eletto sindaco, feci a tutti i pescatesi residenti in riva al lago, e cioè di adornare con piante e fiori il pezzetto di verde antistante la propria abitazione”.

“Aveva 96 anni e un’energia fuori dal comune, tanto é vero che aspettavo i suoi 100 anni per andarla a trovare con la torta. Sempre molto attenta a quello che avveniva in paese, partecipava tutti gli anni alla nostra giornata dell’anziano. Con lei se ne va un pezzo della nostra Pescate e una grande appassionata del Manzoni proprio come il compianto marito, avvocato Edmondo Martini. Da lui presi ispirazione per mettere sotto il nome dei cartelli stradali del paese la frase dei Promessi Sposi che citava Pescate”.