Agli arresti domiciliari lo scassinatore seriale di bar, autolavaggi e distributori

Tempo di lettura: 2 minuti

“Fondamentali per le indagini le segnalazioni della cittadinanza”

Ad incastrare il malvivente è stata la Sezione Furti e Rapine della Squadra Mobile di Lecco

LECCO – Aveva deciso, appena terminato il lockdown, di fare soldi compiendo scassinando nottetempo diversi esercizi commerciali a Lecco e in alcuni comuni della Brianza.

Alla serie di reati compiuti dal malvivente ha posto fine la Sezione Furti e Rapine della Squadra Mobile di Lecco che, nella giornata di ieri, lunedì 10 agosto, ha sottoposto G. L., classe ’84 di Lecco, alla misura degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Lecco, su richiesta del Pubblico Ministero Giulia Angeleri.

Dalle costanti indagini della Polizia di Stato, infatti, è stato accertato che da Giugno il malvivente si è reso responsabile di più di dieci episodi di furto con scasso, danneggiando e derubando bar, autolavaggi, distributori di benzina, distributori comunali dell’acqua, rubando monete dalle casse automatiche. In alcuni casi il malfattore è riuscito a impossessarsi di tabacchi e di gratta e vinci che rivendeva al mercato nero. Dai furti accertati G.L. è riuscito a racimolare complessivamente di circa 13 mila euro, arrecando danni quantificabili in diverse migliaia di euro.

Grazie ai controlli e alle denunce delle Volanti e all’attività d’indagine degli agenti della Squadra Mobile, è stato possibile ricostruire gli spostamenti dello scassinatore.

“È fondamentale evidenziare – spiegano dalla Questura di Lecco – come siano stati determinanti, per il prosieguo delle indagini, le notizie e le segnalazioni della cittadinanza che hanno consentito di far riconoscere l’arrestato come l’autore dei delitti commessi”.

Al termine della perquisizione fatta, l’uomo è stato incastrato dagli indumenti che sono stati trovati nella sua abitazione, gli stessi utilizzati per commettere i furti e immortalati dalle videocamere di sorveglianza.