Coronavirus. Sale a 47 il numero dei contagi in Lombardia: due casi nel Milanese

Tempo di lettura: 1 minuto

Un caso anche a Sesto San Giovanni, l’altro a Mediglia

Lo ha fatto sapere il presidente di Regione Lombardia Fontana

LECCO – Un cittadino residente a Mediglia, in provincia di Milano, è risultato positivo al test del Coronavirus. Si tratta del secondo caso in provincia di Milano, il 47esimo in Lombardia”.
Lo rende noto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera con una nota arrivata intorno alle 21.30 di sabato 22 febbraio. Un aggiornamento doveroso dopo la comunicazione trasmessa nel primo pomeriggio dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana che sta presiedendo, insieme all’assessore al Welfare, Giulio Gallera, l’Unità di crisi. In  mattinata lo stesso Fontana aveva partecipato ad un vertice in video conferenza con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“Nel computo delle 46 persone infettate (ora salite a 47, ndr) rientra anche la donna di 76 anni deceduta al proprio domicilio a Casalpusterlengo e che è stata sottoposta a tampone post mortem – ha detto -. In particolare, dei 7 nuovi casi appena confermati rispetto ai 39 già comunicati questa mattina (due dei quali in provincia di Pavia e altrettanti in provincia di Cremona), uno è un 78enne residente a Sesto San Giovanni (Milano) ricoverato all’ospedale
San Raffaele da una settimana. Gli altri 6 provengono dalle zone già interessate dall’infezione”.

Areu ha inoltre attivato un numero verde riservato agli abitanti dei 10 comuni ricompresi nell’ordinanza firmata ieri dal presidente Fontana e dal ministro Speranza. Il numero è 800894545.