Dalla Prefettura nuova interdittiva antimafia per la Edilnord

Tempo di lettura: < 1 minuto

E’ il quinto provvedimento interdittivo nei confronti della società edile dal 2014 a oggi

La Prefettura e il gruppo interforze antimafia hanno accertato “la stabilità dell’esposizione alla mafia della ditta lecchese”

LECCO – Quinta interdittiva antimafia per la società Edilnord Srl, con sede a Lecco. Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa ha emesso in questi giorni un’informazione antimafia, a contenuto interdittivo, nei confronti della società edile, già destinataria negli anni 2014, 2016 e 2017 e 2020 di provvedimenti interdittivi antimafia per il rischio di infiltrazione mafiosa.

“La ricognizione informativa operata dal gruppo interforze Antimafia, coordinato dalla Prefettura e del quale fanno parte Direzione Investigativa Antimafia, Questura, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, ha consentito di accertare la stabilità dell’esposizione alla contaminazione mafiosa della predetta società, che la rende pertanto non meritevole di erogazioni e concessioni pubbliche né di intrattenere rapporti con la pubblica amministrazione” fanno sapere dalla Prefettura, sottolineando il costante impegno, insieme al gruppo interforze antimafia, per la prevenzione e il contrasto delle infiltrazioni nell’economia della criminalità organizzata.

Salgono così a 24 le interdittive antimafia adottate dalla Prefettura di Lecco negli ultimi due anni, a conferma di un’attività che, lungi dall’arretrare, si va sempre più intensificando nel territorio lecchese.