Il Soccorso Alpino ricorda Gian Attilio Beltrami a due anni dalla scomparsa

Tempo di lettura: 1 minuto

“Desideriamo, ancora una volta, ricordarlo e ringraziarlo per tutto quello che ha fatto”

Perse la vita il 26 giugno 2017, in Valle d’Aosta, mentre stava risalendo il Mont Dolent (3820 m)

LECCO – Sono passati due anni dalla scomparsa di Gian Attilio Beltrami, una delle persone più note e stimate nel Cnsas Lombardo e non solo: delegato responsabile della XIX Lariana per una trentina di anni, era stato anche vice presidente regionale.

Il 26 giugno 2017, in Valle d’Aosta, Beltrami stava risalendo il Mont Dolent (3820 m), nella testata della Val Ferret ma è precipitato per alcune centinaia di metri. Nonostante i soccorsi immediati, non c’è stato più nulla da fare.

Gian Attilio Beltrami era entrato nel CNSAS con la qualifica di tecnico di soccorso speleologico, poi è diventato soccorritore alpino e tecnico di elisoccorso. Seguiva personalmente anche la presenza del Cnsas nazionale durante il Giro d’Italia.

“Chi lo ha conosciuto di persona lo ricorda come una persona di grande competenza, capacità decisionale ma soprattutto umanità e generosità – ricordano dalla XIX Delegazione Lariana – Per questo desideriamo, ancora una volta, ricordarlo e ringraziarlo per tutto quello che ha fatto”.