In ospedale: catenine d’oro “sparite” ad un’anziana signora, scatta la denuncia

Tempo di lettura: 2 minuti
L'ospedale Manzoni di Lecco

Ricoverata alcune ore in ospedale, dimessa senza catenine d’oro

La figlia sporge denuncia: “Non punto il dito contro nessuno, ma consiglio a tutti di stare attenti”

LECCO – Una denuncia contro ignoti è stata sporta dalla figlia di un’anziana signora che mercoledì 24 febbraio è stata ricoverata all’ospedale di Lecco per un grave malore.

“Mia madre ha accusato un’ischemia – ci racconta la donna – l’abbiamo portata subito in ospedale, è entrata alle 14, mentre io, non potendo stare in reparto per le norme anti-Covid, sono rincasata. Fortunatamente le sue condizioni sono migliorate e quando è stata dimessa, alle 19.30, sono tornata in ospedale per riportarla a casa. A quel punto mi sono accorta che le collanine d’oro che indossava non c’erano più”.

La donna ha quindi segnalato l’accaduto al personale del pronto soccorso e al poliziotto del presidio ospedaliero. “Da quanto ho appreso non sarebbe il primo caso e dagli addetti dell’ospedale mi è stato detto che non per forza sono state rubate, ma possono essere state smarrite durante il ricovero – racconta la figlia – Sta di fatto che le due collanine non sono state più ritrovate”.

Per questo, all’indomani, la donna ha deciso di sporgere denuncia in Questura. “Non voglio puntare il dito contro nessuno ma quanto accaduto è preoccupante, ancor più avendo saputo che non sarebbe il primo caso del genere all’ospedale Manzoni. Vorrei quindi avvisare i familiari degli anziani che si recano in ospedale di prestare attenzione e, se possibile, ‘svestirli’ degli oggetti di valore che hanno addosso, prima del ricovero. Purtroppo, con mia madre che stava male, pensare di toglierle le catenine che indossava è stato l’ultimo dei miei pensieri”.