A Studio Aperto parla la madre del giovane lecchese

La persona che ha ricevuto il cuore di Alex ha risposto all’appello

LECCO – Voleva conoscere chi oggi vive grazie all’ultimo gesto d’amore di suo figlio, una risposta è arrivata e lei, Sarajeva Villa, lo ha voluto dire a tutta italia attraverso il telegiornale di Studio Aperto: “Mi è arrivato questo messaggio, ‘Ciao, mi chiamo Marzio e sono l’uomo che ha ricevuto il cuore di Alex”.

Poche parole ma erano quelle tanto aspettate dalla mamma di Alex Crippa , scomparso prematuramente in un incidente in auto nel giugno scorso, che nei giorni scorsi aveva lanciato il suo appello attraverso il web.

“Sono scoppiata a piangere” ha raccontato la donna in televisione. “Alex voleva cambiare il mondo, un po’ lo ha fatto. Non è da tutti riuscire a donare tutti gli organi”. Un regalo speciale quello del giovane lecchese che ha permesso di salvare altre vite, quelle di chi attendeva un trapianto.

Sarajeva Villa come Marco Galbiati, papà del giovane Ricky Galbiati, si batte contro la legge che oggi non permette ai familiari dei donatori di conoscere l’identità di chi riceve gli organi dei propri cari. “Io e Marzio ci siamo trovati perché lui cercava me e io cercavo lui”.

QUI IL SERVIZIO DI STUDIO APERTO

 

L’ARTICOLO PRECEDENTE

Dona gli organi dopo l’incidente, la mamma: “Vorrei incontrare chi vive grazie ad Alex”