Messaggi intimidatori rivolti al prefetto di Lecco e un giornalista de “Il Giorno”

Tempo di lettura: 1 minuto
Il Prefetto Michele Formiglio

E’ successo qualche settimana fa: il giornalista ha sporto denuncia ai Carabinieri di Merate

Barrata con una X la foto del Prefetto, utilizzata per corredare un articolo relativo a un’interdittiva antimafia

MERATE – Ha trovato nella propria cassetta della posta delle pagine di giornale appallottolate contenenti due articoli a sua firma. Entrambi avevano la firma strappata e uno, quello relativo all’interdittiva antimafia emanata dal Prefetto firmata dal prefetto Michele Formiglio nei confronti di un albergo e un ristorante del lungolago di Lecco chiusi per pericolo di infiltrazioni mafiose, aveva il volto del Prefetto contrassegnato con una X. E’ successo alcune settimane fa a Merate: i messaggi intimidatori sono stati rivolti al giornalista Daniele De Salvo, corrispondente dell’edizione Lecco de Il Giorno e al Prefetto di Lecco. E’ stato lo stesso giornalista a presentarsi in caserma per formalizzare la denuncia. I carabinieri del comando provinciale di Lecco stanno ora svolgendo le indagini mantenendo il più ampio riserbo.

Sulla vicenda è intervenuta anche l’associazione Lombarda dei Giornalisti, chiedendo “alle autorità di verificare quanto accaduto, accertare le responsabilità e agire a tutela del diritto di cronaca e della difesa della libera informazione. Allo stesso modo, il sindacato dei giornalisti lombardi esprime solidarietà e vicinanza al Prefetto di Lecco, Formiglio, impegnato in prima persona nella lotta alla criminalità organizzata”.