Polizia Ferroviaria: in un mese venti arresti sui treni e nelle stazioni lombarde

Tempo di lettura: < 1 minuto

A gennaio servizi di controllo rafforzati su treni e stazioni

Il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria in Lombardia

MILANO – Venti arrestati, 152 indagati e 111.760 persone controllate. 3.704 pattuglie impiegate, 2.943 servizi di vigilanza negli scali ferroviari e 586 a bordo di 1.325 treni, 175 servizi antiborseggio, 10 minori rintracciati, 28 contravvenzioni elevate ai sensi del Regolamento Polizia Ferroviaria e del Codice della strada, 2 pattuglioni straordinari: questo il bilancio dell’attività nel mese di gennaio della Polizia Ferroviaria in Lombardia.

Un servizio che è stato potenziato in relazione alla necessità di garantire il rispetto delle disposizioni governative di contenimento del Covid-19.

“Il Compartimento Polfer per la Lombardia – spiegano dalla Polfer – ha svolto la propria attività di controllo all’interno delle stazioni e sui treni per garantire la sicurezza dei viaggiatori e al fine di prevenire e contrastare i fenomeni delittuosi e di degrado in ambito ferroviario, soprattutto vista l’ancora attuale situazione pandemica”.