Mancano infermieri, sospeso il trasferimento dei pazienti Covid a Bellano

Tempo di lettura: 1 minuto
L'ospedale di Bellano

Dopo i primi arrivi, si fermano i trasferimenti di malati di Coronavirus

Servono nuovi infermieri, attesi dopo Pasqua con le assunzioni

BELLANO – Complessivamente sono 44 i posti resi disponibili all’Umberto I per i malati non acuti di Coronavirus in uscita dagli ospedali di Lecco e Bellano ma per ora, dopo i primi trasferimenti, i nuovi arrivi si dovranno temporaneamente fermare: nella struttura di Bellano non ci sarebbero abbastanza infermieri per coprire le necessità del presidio, convertito per ospitare i pazienti Covid.

Al momento sono 25 i malati collocati al terzo piano dell’ospedale di Bellano, altri venti circa dovevano essere ospitati al primo piano della stessa struttura ma la mancanza di personale, necessario su Lecco, ha costretto a sospendere almeno per ora l’invio di altri pazienti a Bellano.

Arriveranno dopo Pasqua, fanno sapere dall’ASST, quando entreranno in servizio gli infermieri frutto delle nuove assunzioni.