Treno vandalizzato a Colico, i sospetti su giovani arrivati da fuori paese

Tempo di lettura: < 1 minuto

Accertamenti delle forze dell’ordine a Colico dopo i vandalismi al treno

Attenzionato un gruppetto di giovani già visti girovagare in stazione

COLICO – Vetri dei vagoni infranti ed estintori svuotati: dietro di loro hanno lasciato una scia di danni i vandali che, nella notte tra sabato e domenica, hanno devastato un treno fermo al secondo binario della stazione di Colico (vedi l’articolo precedente).

All’indomani dell’accaduto s’indaga sui responsabili, al momento ignoti, che le immagini di sicurezza della stazione potrebbero aiutare ad individuare.

“Sono in corso gli accertamenti della Polizia Locale con la Polfer e i Carabinieri – spiega il sindaco di Colico, Monica Gilardi – nei giorni scorsi i nostri agenti avevano già fermato per controlli dei ragazzi che si trovavano nei pressi della stazione. Insieme alle altre forze dell’ordine si sta effettuando una mirata attività di indagine per verificare se ci sia un collegamento tra questi ragazzi e i fatti della scorsa notte”.

Secondo quanto emerso, si tratterebbe di giovani non residenti in paese e arrivati dai dintorni. Riguardo alla stazione, il sindaco Gilardi si sente di assicurare: “Non è un luogo insicuro. E’ la prima volta che accade un episodio simile. La Polizia Locale, pur non essendo la stazione un’area di sua competenza, effettua dei giri di controllo. Certo è necessario non abbassare l’attenzione ed essere sempre in guardia”.