Brivio, alla Rsa numero di decessi anomalo: arrivano i Nas

Tempo di lettura: 1 minuto

La decisione presa per tutelare la salute degli ospiti e degli operatori che prestano lavoro nella struttura

Il sindaco ha allertato i carabinieri e la Prefettura ed è scattato il controllo da parte dei Nas

 

BRIVIO – In atto un controllo dei Nas di Brescia alla Rsa di Brivio. A darne notizia è il sindaco Federico Airoldi dichiarando di aver dovuto attenzionare, nell’ambito delle azioni di controllo e tutela del centro operativo comunale, la Rsa di Brivio, anche in funzione delle notizie riguardanti le rsa del territorio diffuse dagli organi di stampa.

“Il 26 marzo 2020 ho segnalato alla Prefettura di Lecco e al Comando Stazione Carabinieri di Brivio un numero “anomalo” di decessi di ospiti della Rsa avvenuti negli ultimi giorni. La Prefettura ha risposto in tempi rapidissimi, inviando altresì apposita comunicazione all’Ats per quanto di sua competenza”.

Da qui il controllo da parte dei Nas di Brescia, nucleo anti sofisticazione dei Carabinieri. “Il tutto a tutela della salute degli ospiti e degli operatori della Rsa e in pieno accordo con i componenti del Cda nominati dal Comune di Brivio e don Emilio Colombo, che in queste ore stanno prestando un’assidua collaborazione con il coc e il Sindaco”. Airoldi ha aggiunto che terrà informata la cittadinanza di eventuali sviluppi.