Coronavirus, l’Ats Brianza ricorda il dottor Mauri: “Non lo dimenticheremo”

Tempo di lettura: 2 minuti

Le parole del direttore del Dipartimento Cure Primarie Valter Valsecchi

“Difficile dare un senso a questa tragica scomparsa, ma non lo dimenticheremo, sarà di esempio per tutti”

LECCO – “Difficile scrivere qualcosa al di là delle parole di circostanza, che possa dare senso a questa tragica scomparsa di un collega, un professionista, che ha dato sino all’ultimo prova della sua dedizione e del suo impegno a fianco dei suoi pazienti”.

Inizia con queste parole il commosso ricordo del dottor Ivan Mauri da parte dell’Ats Brianza. Mauri, per oltre 35 anni medico di base di Brivio e Airuno, si è spento all’Ospedale, dov’era ricoverato dopo aver contratto il Coronavirus.

“Chi lo ha conosciuto nella nostra ATS l’ha sempre trovato semplice, disponibile, e competente – scrive Valter Valsecchi, Direttore Dipartimento Cure Primarie Ats Brianza – sempre pronto a mettersi in gioco in ogni occasione e con ogni persona”.

“Mettersi in gioco in questo momento è stato difficile, ma il dr. Mauri l’ha fatto con un impegno che si è protratto sino all’ultimo, prima di abbandonarsi a malincuore alle cure di altri colleghi con la speranza di ritornare presto ad esserci in prima persona”.

“In questo periodo dove sobrietà e Impegno sono le caratteristiche di cui la Sanità ha bisogno, dove il sommesso prende il posto dell’urlato, il dr. Ivan Mauri ha fatto il suo dovere di professionista sapendo di non essere un eroe ma solo uno dei tanti medici che quotidianamente lavorano in modo estenuante per garantire l’assistenza necessaria ai nostri cittadini”.

“L’Agenzia di Tutela della Salute della Brianza esprime il suo più profondo cordoglio alla famiglia per la tragica scomparsa del dott. Ivan Mauri, in primo luogo non dimenticandolo e segnalandolo come esempio per tutti”.