Merate, due anziani investiti da un’auto: 83enne in prognosi riservata

Tempo di lettura: 1 minuto

L’uomo di 83 anni, residente a Osnago, stava attraversando la strada insieme a un’altra persona, a sua volta investita dall’auto

I rilievi affidati alla Polstrada di Lecco: sotto accusa il timer dell’impianto semaforico

MERATE – E’ ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Neurologia dell’ospedale Mandic di Merate l’uomo di 83 anni coinvolto questa mattina, mercoledì, in un incidente. L’anziano, residente a Osnago, è stato infatti investito questa mattina, intorno alle 7, un’auto mentre stava attraversando a piedi l’incrocio semaforico situato tra via IV novembre e via 25 aprile a Brugarolo. Insieme a lui anche un altro uomo di 69 anni, a sua volta investito dall’auto e trasportato in codice verde in ospedale. In base alle prime informazioni raccolte, sembrerebbe che le due persone stavano attraversando l’incrocio pedonale quando sono state investite da una Clio che, arrivando da Merate stava svoltando a sinistra diretta verso Ronco Briantino.

Sotto accusa il semaforo

Sul posto per i rilievi si sono portati gli agenti della Polizia stradale di Lecco, a cui spetterà il compito di ricostruire l’esatta dinamica e le eventuali responsabilità. Non è la prima volta che, all’incrocio di Brugarolo, si verificano investimenti di pedoni: sotto accusa il funzionamento dell’impianto semaforico che dà il segnale verde sia alle auto provenienti da via 25 aprile sia ai pedoni che devono attraversare la strada.