Morto il cercatore di funghi disperso al Giumello, è la seconda vittima in due giorni

Tempo di lettura: 2 minuti

Ritrovato senza vita il fungiatt disperso da questa mattina al Giumello, aveva 72 anni ed era di Castello Brianza

E’ la seconda vittima in due giorni, ieri ha perso la vita un 56enne finanziere milanese

CASARGO – Ancora una vittima, ancora un cercatore che perde la vita, è il secondo morto in soli due giorni in Valsassina: questa volta è successo a Casargo, dove si sono concluse tragicamente le ricerche di Paolo Colombo, 72enne disperso da questa mattina nella zona dell’Alpe Giumello.

L’uomo, residente a Castello Brianza, era uscito per un’escursione insieme al fratello nella zona dell’Alpe Giumello alla ricerca di funghi ma ad un certo punto di lui si sono perse le tracce.

I due si trovavano sul versante che guarda la Valvarrone, verso la chiesa di Sant’Ulderico. Inutili le chiamate al cellulare, allora il familiare ha deciso di allertare i soccorsi che hanno avviato le ricerche. Sul posto si sono portati gli uomini del Soccorso Alpino e i Vigili del Fuoco. Sono stati i soccorritori a ritrovare il corpo ormai privo di vita del 72enne precipitato in un canale per diversi metri.

Solo ieri, nella zona di Premana, i Vigili del Fuoco e il Soccorso Alpino hanno battuto i boschi della valle dei Forni per la scomparsa di un altro cercatore di funghi, un 56enne milanese, militare della guardia di finanza, ritrovato purtroppo senza vita dopo una caduta di trenta metri in un canalone (vedi articolo).