MTB. La lecchese Mara Fumagalli vince la durissima BMW HERO

    Tempo di lettura: 2 minuti
    Mara Fumagalli (credit photo Wisthaler.com)

    Mara: “E’ una grandissima vittoria e vale quasi come un mondiale”

    Nella gara maschile di 80km per 4500 D+ ha vinto Hector Leonardo Paez Leon (Mabe Asd)

    SELVA DI VAL GARDENA – Protagonista assoluta nella gara in rosa della durissima BMW HERO Südtirol Dolomites, gara di MTB che si è svolta ieri, sabato, attorno al massiccio del Sella, è stata la lecchese Mara Fumagalli.

    E’ lei la vincitrice di questa decima edizione, che ha visto le atlete sfidarsi lungo il durissimo percorso di 60 km per 3.200 metri di dislivello con 219 donne ai nastri di partenza.

    “Ci tenevo tantissimo a vincere la HERO in maglia tricolore e finalmente ce l’ho fatta: per me è una grandissima vittoria e vale quasi come un mondiale – ha commentato Mara Fumagalli appena tagliato il traguardo – rispetto allo scorso anno ho avuto molta più motivazione e sono arrivata ben preparata, la volevo vincere a tutti costi”. Un finale in diretta televisiva con il fiato sospeso quando la biker di Lecco ha smesso di pedalare per massaggiarsi la coscia: “Negli ultimi cinque chilometri ho sofferto di crampi, ma a quel punto ho tenuto duro e sono arrivata all’arrivo dove mi aspettava una bandiera italiana offerta dall’organizzazione della Hero”.

    Al secondo posto è arrivata la finlandese Sini Alusniemi del team Augment  Sports in 3:55.40 (nota in patria per aver vinto diverse marathon di sci di fondo); ha completato il podio femminile Katazina Sosna della formazione A.S.D. Torpado Südtirol International MT che ha fermato il cronometro sul tempo di 3:56.45.

    Nella gara maschile, di 86 chilometri per 4500 metri di dislivello ha vinto, per la sesta volta, Hector Leonardo Paez Leon del team Mabe ASD che ha chiuso il tracciato lungo e massacrante, con i passi Gardena, Campolongo, Pordoi e Duron da valicare, con il tempo di 4:30.52. Alle sue spalle lo svizzero Urs Huber della formazione Team BULLS staccato di circa 4 minuti, e terzo gradino del podio Diego Alfonso Arias Cuervo, compagno di squadra del vincitore nel team Mabe ASD in 4:35.31.

    CLASSIFICA GENERALE