Ricercato dal 2015 per una pena da scontare a Bologna, arrestato a Sirone

Tempo di lettura: 1 minuto

Già condannato per documenti falsi, fermato dai carabinieri a Sirone

Dal 2015 sull’uomo pendeva un mandato di cattura

SIRONE – I Carabinieri della Stazione di Oggiono, nella serata di ieri 30 ottobre, a conclusione di una mirata attività di monitoraggio e controllo delle aree boschive a ridosso delle SS.36, luogo di spaccio, a Sirone hanno sottoposto a controllo due cittadini del Marocco che utilizzavano un’autovettura risultata intestata ad un prestanome italiano, residente in provincia di Savona.

Il controllo ha permesso di trarre in arresto uno dei due marocchini, identificato in Khalid Achab, classe 1983, senza fissa dimora sul territorio nazionale, in esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Bologna il 19 febbraio 2015. Sull’uomo pendeva la condanna a un anno e sei mesi di reclusione, per il reato di possesso e fabbricazione di documenti falsi, commesso in Bologna nel settembre 2007.

Nel corso della perquisizione del veicolo i Carabinieri di Oggiono hanno inoltre sottoposto a sequestro la somma in contante di 2.458,50 euro, trovata nella disponibilità dei due, senza che gli stessi potessero giustificarne il legittimo possesso.

Il marocchino è stato associato alla Casa Circondariale di Lecco, a disposizione della Autorità Giudiziaria Bolognese che ne aveva ordinato la cattura nel febbraio 2015.