Garlate. Camping dichiarato ‘inagibile’, dovrà essere sgomberato

Tempo di lettura: 1 minuto

Contestati mancati allacciamenti della rete fognaria e ospiti non dichiarati

Ai cancelli si presentano i Carabinieri e la Polizia Locale

GARLATE – Attività sospesa e sgombero entro cinque giorni degli ospiti della struttura: è la comunicazione che Carabinieri e Polizia Locale hanno notificato questa mattina al titolare del camping Village Riviera di Garlate, per la presunta inagibilità della struttura.

Il provvedimento amministrativo è stato emesso dal sindaco di Garlate, Giuseppe Conti e fa fede alle risultanze dei controlli svolti dai Carabinieri della Stazione di Olginate, supportati da personale dell’Ufficio Tecnico del comune di Garlate e della Società che gestisce la rete idrica e fognaria

Il Comune contesta alla struttura il mancato adeguamento dell’impianto fognario, in contrasto con specifica Ordinanza Comunale del 14 dicembre 2007, che imponeva l’allacciamento alla rete fognaria comunale di tutti gli scarichi degli insediamenti pubblici e privati. La violazione, specificano i carabinieri, ha prodotto anche la denuncia della proprietà alla Procura della Repubblica di Lecco da parte del Comune di Garlate.

Inoltre, durante i controlli di martedì, è stata accertata la mancata comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza della presenza di 23 ospiti, violazione che ha determinato una ulteriore denuncia della proprietà alla Procura della Repubblica di Lecco, da parte dei Carabinieri.