Si fingono alunni e interrompono la lezione, denunciati due giovani

Tempo di lettura: < 1 minuto

Entrano in aula e si siedono sui banchi ma non sono studenti della scuola

Sbeffeggiano l’insegnante che li vuole allontanare. Raggiunti e denunciati dalla Polizia

LECCO – Lo scorso sabato mattina, il personale della Squadra Volanti della Polizia di Stato di Lecco ha raggiunto un istituto scolastico cittadino dopo che una docente aveva segnalato che, all’inizio delle lezioni, due ragazzi erano entrati in un’aula, interrompendo l’attività scolastica e sedendosi sui primi banchi.

Alla richiesta della professoressa di farsi riconoscere abbassando momentaneamente la mascherina, i due s sono rifiutati, sostenendo di essere alunni della classe. Tuttavia la docente, che non li riconosceva come tali, li ha invitati più volte ad allontanarsi.

Questi invece, per tutta risposta, sbeffeggiando la docente e rispondendole in malo modo, si sono rifiutati categoricamente. Soltanto dopo aver capito che erano state allertate le forze dell’ordine i due hanno deciso di allontanarsi.

Giunti sul posto i poliziotti della Volante, grazie alla descrizione fornita dall’insegnante, a poca distanza dalla scuola hanno raggiunto e identificato i due giovani.

I due ragazzi, entrambi diciottenni ed incensurati, uno italiano, l’altro originario della Repubblica di El Salvador, sono stati accompagnati in Questura e denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di interruzione di pubblico servizio.