Due incidenti in contemporanea. Elicotteri al Due Mani e in Stoppani

Tempo di lettura: 2 minuti
L'elisoccorso di Bergamo atterrato a Ballabio

Grave un giovane di 25 anni precipitato al Due Mani per 4 metri prima di scivolare per altri 40 su un pendio erboso

Problema ad una caviglia per l’escursionista infortunatosi nei pressi del rifugio Stoppani

LECCO – Doppio intervento in contemporanea, alle 17.40 circa, di oggi, domenica, da parte dell’elisoccorso Como ed elisoccorso Bergamo per due incidenti in montagna.

L’elicottero decollato dalla bergamasca si è diretto al monte Due Mani, da dove è stata lanciata una richiesta di soccorso. Un escursionista di 25 anni, per cause ancora da stabilire, sarebbe caduto compiendo un volo di circa 4 metri prima di scivolare per un’altra quarantina di metri lungo il pendio erboso sottostante. Stando alle informazioni sinora emerse, l’escursionista nonostante la rovinosa caduta sarebbe rimasto sempre cosciente.

Il team di soccorritori è stato quindi portato in quota per consentire le prime cure all’uomo, mentre l’elicottero è atterrato a Ballabio nei pressi del campo di calcio dell’oratorio.

Concluse le operazioni in quota, l’elicottero è quindi ridecollato per recuperate il team di soccorso e il ferito, quest’ultimo subito trasportato all’ospedale di Brescia in codice rosso.

L’elisoccorso di Como mentre si dirige verso il rifugio Stoppani

Alla stessa ora, l’elisoccorso di Como è intervenuto nei pressi del rifugio Stoppani per soccorrere un’escursionista che si sarebbe infortunato ad una caviglia.

Poco dopo le 19, lo stesso elisoccorso di Como si è diretto al monte Due Mani con una squadra di soccorritori per riaccompagnare a valle e piedi i compagni di escursione del 25enne ferito, spaventati e un po’ sotto shock dopo l’accaduto.