Legnone. Malore al rifugio Griera, morto un escursionista di 52 anni

Tempo di lettura: < 1 minuto
Il rifugio Griera (foto archivio)

L’allarme intorno alle 11.30 di venerdì mattina

La prima ad intervenire in soccorso dell’uomo la rifugista Serena Sironi

PAGNONA – Un escursionista di 52 anni è morto questa mattina a causa di un arresto cardiaco mentre si trovava al rifugio Griera, sul Legnone.

L’allarme in codice rosso è scattato poco dopo le 11.30.

La prima ad intervenire per soccorrere l’uomo è stata la rifugista, Serena Sironi: “Stavo preparando il pranzo – ha raccontato – quando un escursionista mi ha chiesto di uscire perché c’era una persona che non stava bene, si era accasciato al suolo. Subito sono corsa fuori, appena ho visto l’uomo a terra ho capito che si trattava di infarto”. La rifugista non ha esitato e ha iniziato subito a praticare sull’uomo un massaggio cardiaco. Nel frattempo sono stati chiamati i soccorsi.

Sul posto si è portato l’elicottero del 118 inviato da Sondrio con lo staff medico sanitario che è intervenuto per cercare disperatamente di tenere in vita l’uomo, purtroppo però ogni tentativo è stato vano: per l’escursionista non c’è stato nulla da fare.