La vittima è Katia Bertuzzo di 44 anni residente a Erba

Forse un piede in fallo la causa della caduta. Poi un volo di oltre 100 metri che non le ha lasciato scampo

VALVARRONE – Tragedia nel primo pomeriggio di oggi, domenica, sul monte Legnone dove una donna di 44 anni, Katia Bertuzzo residente a Erba, è deceduta dopo una caduta di oltre 100 metri che le è stata fatale.

La donna sarebbe scivolata nei pressi della “Cà de legn” (2146 m) precipitando per oltre 200 metri nel canalone ovest del Legnone.

Katia Bertuzzo

La chiamata di soccorso è stata lanciata alle 13.10 circa con l’elisoccorso decollato da Como che si è portato sul posto. Dopo un sorvolo della zona l’equipaggio ha individuato il corpo della donna e l’equipe medica non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

La 44enne stava compiendo un’escursione sul Legnone in compagnia di altri due escursionisti.

Abitava a Erba, era impiegata in un’autoscuola

Nata e cresciuta a San Maurizio, in località Canterana, Katia, classe 1974, abitava insieme alla mamma, dopo che il papà era scomparso qualche anno fa, che ora lascia con il fratello Emanuele. Suo zio era don Giovanni Proserpio, scomparso circa due anni fa.

Conosciuta a Erba soprattutto per il suo lavoro di impiegata all’autoscuola Sergio di Piazza Padania, dove lavorava da ben 24 anni, Katia lascia di sé un ricordo commosso. “Era una ragazza davvero dolcissima – ha dichiarato don Bassano Pirovano – Servizievole e disponibile ad aiutare chiunque. Sono davvero addolorato per questa notizia”.

Innamorata dei suoi due nipotini, avuto dal fratelli Emanuele, Katia amava molto la montagna e viaggiare. Chi l’ha conosciuta ricorda con affetto la sua semplicità e la sua gentilezza, che non mancava di mostrare mai sul posto di lavoro, ma anche nella vita di tutti i giorni.