Casatenovo. Sciopero alla Conad: protestano i lavoratori della coop.

Tempo di lettura: 2 minuti

 

CASATENOVO – Protesteranno con uno sciopero, già fissato per il prossimo 2 febbraio, i dipendenti della Cooperativa Lavoratori della Brianza, dopo la cessione del punto vendita di Casatenovo con l’affitto di ramo d’azienda ad un’altra società collegata a Conad, La Spertina.

“La legge di riferimento appresta una particolare tutela a beneficio dei dipendenti coinvolti nel trasferimento ad altra azienda: il mantenimento dei diritti acquisiti, la contrattazione aziendale -spiegano i sindacati del settore del commercio, Filcams Cgil e Fisascat Cisl, promotori della mobilitazione – La cooperativa, in accordo con la Spertina, decide invece di disdettare il contratto aziendale cancellando cosi tutte le condizioni di miglior favore conquistate negli anni scorsi e recenti dai lavoratori, oltre a quote salariali consistenti”.

Fallito anche l’ultimo tentativo di negoziazione tra le parti, ora i lavoratori si preparano allo sciopero. “Assistiamo purtroppo non solo ad un atteggiamento autoritario che preoccupa i dipendenti e le organizzazioni sindacali – spiegano Cgil e Cisl – ed anche a decisioni sbagliate su trasferimenti strumentali in altri punti vendita della Cooperativa senza che vi siano reali esigenze organizzative e produttive”.

Fisascat Filcams e le Rsu chiedono decisamente la ripresa del negoziato congiunto con ambedue le aziende per addivenire ad una soluzione condivisa e porre fine ad un clima definito come “estremamente negativo provocato dalle incertezze del contesto”.