Gli ultimi dati sul mercato immobiliare in Lombardia e a Lecco

Il prezzo medio al mq per l’acquisto di una casa cresce nelle città capoluogo

LECCO – Prosegue il momento positivo per il mercato immobiliare della Lombardia, che sia dai confronti annuali che da quelli trimestrali risulta in crescita. I dati analizzati dall’Osservatorio di Immobiliare.it  sul settore residenziale in questo primo trimestre del 2019 dimostrano come la crescita maggiore a livello regionale risulti evidente soprattutto per i prezzi di locazione (+1,2%).

Nel confronto annuale la crescita del valore degli affitti è del 4,4% contro lo 0,4% del settore vendite (+0,1% nell’ultimo trimestre).

A marzo 2019 i prezzi richiesti da chi vende casa in Lombardia si sono assestati, a livello regionale, a 1.993 euro al metro quadro, mentre i canoni di locazione sono saliti a 11,75 euro/mq.

A Lecco

La crescita dei prezzi riguarda anche la città di Lecco dove gli immobili residenziali a marzo hanno toccato una media di 2 mila euro al metro quadro, con un incremento del 1,3% rispetto al marzo dello scorso anno, dello 0,9% su settembre e dello 0,5% nell’ultimo trimestre.

In Lombardia

Analizzando i costi delle case nelle città capoluogo viene rilevata un’equa distribuzione tra valori positivi e negativi. Lodi è l’unica città esattamente in linea con il trimestre precedente, mentre sono in leggerissimo calo Milano, Monza e Brescia. Sondrio, in difficoltà, perde 5 punti percentuali rispetto a dicembre 2018 e 9,1 rispetto allo scorso anno.

I prezzi medi e le variazioni percentuali nelle città lombarde (dati Osservatorio Immobiliare.it)

Decisamente diversa la situazione a Bergamo, Cremona e Mantova, che proseguono la crescita avviata lo scorso anno. Como si dimostra la città più in salute sia nel confronto annuale (+4,5%) che in quello trimestrale (+2,1%). I prezzi di vendita di Como, grazie a questi risultati, si assestano sulla media di 2.252 euro al metro quadro, dietro solo a Milano, che primeggia con i suoi 3.313 €/mq.

Gli affitti

Molto diverso il contesto relativo all’andamento dei canoni di locazione. A parte Pavia, Milano e Bergamo, tutte le altre città risultano in negativo nel trimestre oggetto di interesse. Perdite significative soprattutto per Lodi (-3,7%), Cremona (-2,7%) e Sondrio (-2,4%).

Anche a Lecco i canoni scendono rispetto confrontati con dicembre (-1,2%) e con settembre (-0,9%) sono invece in crescita rispetto al marzo dello scorso anno (2,2%) e si attestano su una media di 8,61 euro al metro quadro.

Grande momento per Milano, che cresce dell’1,9% rispetto a dicembre e dell’8% rispetto allo scorso anno. Pavia segna un +2% nei primi tre mesi del 2019, ma la sua media dei prezzi degli affitti non è paragonabile a quella di Milano. Con i suoi 8,63 €/mq un appartamento da 50 mq a Pavia costerebbe circa 431 euro al mese, contro gli 882 euro di Milano (17,64 €/mq).