Fabio Dadati è il nuovo presidente di Lario Fiere: “Al servizio del territorio”

Tempo di lettura: 3 minuti

Manager del turismo ed ex assessore provinciale, guiderà l’ente fieristico

Il suo nome era stato indicato dalla Camera di Commercio, ieri l’elezione

ERBA – Vento di novità su Lario Fiere: nel pomeriggio di lunedì è stato conferito l’incarico di nuovo presidente a Fabio Dadati, consigliere di Federalberghi Confcommercio Lecco.

Fabio Dadati

Il suo nome era stato indicato da Marco Galiberti, presidente della neonata Camera di Commercio Como-Lecco e la sua nomina è stata accolta dall’assemblea dei soci di Lario Fiere (Camera di Commercio, Comune di Erba e Provincia di Lecco).

Direttore della residenza turistica la Casa sull’Albero e dell’Hotel Promessi Sposi, entrambi a Malgrate, Dadati ha nel suo curriculum esperienze non solo nel settore turistico ricettivo, del marketing e della comunicazione, ma anche una storia politica e di amministratore pubblico, culminata con la nomina ad assessore provinciale al Turismo, al Lavoro e allo Sviluppo Economico sotto la presidenza di Daniele Nava. Lo scorso anno è stato eletto alla guida del Rotary Le Grigne di Lecco.

Ad affiancarlo a Lario Fiere ci sarà la vicepresidente e sindaco di Erba, Veronica Airoldi, e il direttore Silvio Oldani.

“Sono felice di poter contare sul supporto del sindaco Airoldi, che rappresenta le istanze del territorio in Lario Fiere, e del direttore Oldani, così come del presidente uscente Giovanni Ciceri  e il vicepresidente Roberto Galli che resteranno nel consiglio direttivo. Ritengo questo importante, un segno di continuità rispetto al lavoro fatto in questi anni che deve proseguire” ha commentato Dadati.

Una squadra completata da Antonio Sartor, consigliere nominato della Provincia di Lecco, “è un manager d’esperienza e avrà sicuramente attenzione per l’aspetto finanziario dell’ente”.

Il sindaco di Erba, Veronica Airoldi, alle sue spalle il direttore Oldani

Un cambio di presidenza che arriva a poche settimane dalla fusione tra la Camera di commercio di Lecco e di Como. “Personalmente mi sono sempre sentito ‘lariano’ e guardo in modo positivo ad un territorio più ampio di quello rappresentato dalle singole province. Lario Fiere è l’espressione di questo territorio, è uno strumento di politica economica e deve realizzare le indicazioni dei soggetti deputati a decidere questa politica, la Camera di Commercio in primis in rappresentanza delle sue categorie”.

“Il mio ruolo – prosegue Dadati – sarà quindi quello di servitore di queste istanze per fare in modo che trovino concretezza nelle attività e negli eventi promossi da Lario Fiere. E’ un onore ma soprattutto una responsabilità verso chi ha scelto la mia figura per questo incarico”.