Il gruppo Giovani di Confcommercio si presenta

“Entusiasmo, voglia di fare e un punto di rifermento: l’associazione”

LECCO – C’è chi ha deciso di aprire una propria attività, chi invece è subentrato nell’azienda di famiglia assumendone la guida o affiancando il genitore nella gestione quotidiana del lavoro; sono intraprendenti, preparati, armati di coraggio e voglia di mettersi in gioco: sono i giovani del commercio e dei servizi che portano nuove energie e nuovi spunti ad un settore in forte evoluzione.

Pietro Mattia Maddaluno, presidente del Gruppo Giovani

Ne sono esempio i referenti del Gruppo Giovani di Confcommercio che lo scorso aprile ha rinnovato il suo direttivo:

“Siamo una stretta rappresentativa di tutti gli ‘under’ che hanno voglia di fare ma che spesso non hanno un punto di appoggio. Confcommercio per noi è stata un fondamentale punto di riferimento – spiega il presidente Pietro Mattia Maddaluno, del negozio “Legea” di Lecco – L’età media del gruppo è di 30 anni e il direttivo è eterogeneo, sia perché composto per pari quote da una componente maschile ed una femminile, ma soprattutto per il diverso bagaglio di esperienze che ognuno di noi porta con sé”.

Stefania Vesentini

Ne fa parte Stefania Vesentini, 28 anni, dell’Ittica Brianza di Cesana, fondata dal padre e che oggi conta 20 dipendenti. “Dopo aver lavorato per una multinazionale ho voluto entrare in azienda per portare il mio contributo e aiutare l’attività a cogliere le importanti occasioni che oggi ci sono sul mercato. Il passaggio generazionale crea sempre qualche difficoltà, bisogna sradicare il detto ‘si è sempre fatto così’ per trasformare i processi tradizionali in modo innovativo e moderno. Mio padre è però una persona lungimirante e le novità sono colte con entusiasmo in azienda”.

Francesca Maggi

La sua storia è simile a quella di Francesca Maggi, 28 anni e agente di commercio: “Devi dimostrare di essere all’altezza, di non essere ‘figlio di papà’ ma al contrario di aver fatto la tua gavetta. Personalmente ho saputo inserirmi in un ambiente prettamente maschile. Bisogna avere rispetto degli equilibri, osservare e imparare. Oggi mi occupo dello sviluppo della rete commerciale nell’area nord ovest dell’Italia per aziende del settore del food”.

Nicolò Gerin

Nicolò Gerin, 29 anni, ha invece avviato un’attività tutta sua: “Sono piccolo imprenditore di me stesso – racconta – dopo alcune esperienze da dipendente, nel 2014 ho deciso di diventare libero professionista, mi occupo di design del prodotto e comunicazione web. L’associazione mi è stata di grande sostegno, prima di conoscerla mi sentivo solo come tanti altri giovani imprenditori; ora invece ho la possibilità di confrontarmi con persone che hanno attività differenti dalla mia e approcci diversi per risolvere le problematiche”.

Il direttivo può contare sull’esperienza di Andrea Secchi, 36 anni e presidente della Fnarc Confcommecio, che rappresenta gli agenti di commercio: “ Credo fortemente nell’associazionismo – ha spiegato – Confcommercio ha saputo dimostrasi la casa a cui ogni commerciante può rivolgersi nel momento del bisogno. Dobbiamo raggiungere altri giovani imprenditori e fare capire loro che qui possono trovare un sostegno concreto”.

A sinistra Andrea Secchi e al centro il direttore Alberto Riva

“Siamo molto contenti – ha commentato il direttore di Confcommercio, Alberto Riva – non tutte le Ascom di Concommercio hanno in sé Gruppo Giovani e Terziario Donna. Lecco è invece tra le prime che l’ha istituite. Questo gruppo si è sempre caratterizzato per grande dinamismo ed entusiasmo”:

Uno dei primi appuntamenti promossi dal Gruppo Giovani è in calendario il 18 febbraio, alle ore 18.30, in Sala Don Ticozzi a Lecco con la presentazione dell’almanacco della Calcio Lecco con gli autori Carlo Fonanelli e Gianni Menicatti.