Metalmeccanici. Il rinnovo del contratto. La Fiom: “Un grande risultato”

Tempo di lettura: < 1 minuto
maurizio-oreggia
Maurizio Oreggia

L’accordo sul rinnovo del contratto nazionale dei Metalmeccanici

Il commento di Maurizio Oreggia, segretario della Fiom Cgil di Lecco

 

LECCO –  Maurizio Oreggia, segretario generale della Fiom Cgil Lecco, componente nella delegazione trattante a Roma, commenta così il rinnovo del contratto Federmeccanica Assistal:

“In una situazione molto difficile e sfavorevole abbiamo portato a casa un 6,2% di aumento pari a 112 euro al 5^ livello e 100 euro al 3^ livello per il periodo gennaio 2021 giugno 2024. Periodo nel quale la inflazione prevista è del 3,2%. Un’ipotesi di accordo che quindi determina una crescita dei minimi contrattuali superiore all’inflazione prevista per il periodo di vigenza del contratto”.

“Oltre ad altri aspetti economici e normativi (tra cui la riscrittura di tutti il sistema di inquadramento) sicuramente è questo il dato politico – e di sostanza – più rilevante della vicenda contratto nazionale, che viene confermato come architrave senza uguali del sistema di protezione e coesione di lavoratrici e lavoratori, ma anche di distribuzione del reddito dal capitale al lavoro. Risultato raggiunto grazie alle mobilitazioni sostenute dalle lavoratrici e dai lavoratori e alla pratica unitaria di Fiom, Fim e Uilm. Adesso la parola passa proprio alle lavoratrici e ai lavoratori a cui si applicherà questo contratto”.