In Lombardia l’importo medio è di 394 euro, a Lecco 427 euro

Lo studio dell’Osservatorio del Credito Crif

LECCO – Nel 2018 ogni mese gli abitanti della lombardia hanno rimborsato rate per un importo pari a 394 euro: il dato emerge dall’ultimo studio dell’Osservatorio del Credito Crif, che ha realizzato un’analisi strutturata e capillare sull’utilizzo del credito da parte degli italiani.

A livello nazionale, nel 2018 la rata media rimborsata mensilmente dagli italiani è stata pari a 350 Euro pro-capite (-1,3% rispetto all’anno precedente) mentre l’indebitamento residuo – inteso come somma degli importi ancora da rimborsare per estinguere i contratti in essere – ammonta a 33.564 euro (-0,8% rispetto al 2017), in virtù di un peso ancora rilevante dei mutui ipotecari, che continuano ad avere un’incidenza significativa nel portafoglio delle famiglie.

Mutui e prestiti personali

In Lombardia, per quanto riguarda la distribuzione delle diverse tipologie di contratti di credito, l’incidenza dei mutui all’interno del portafoglio delle famiglie è sensibilmente più alta rispetto alla media nazionale, con un peso pari al 26,3% sul totale, dato che colloca la regione al 3° posto assoluto della graduatoria nazionale, guidata dal Friuli Venezia-Giulia.

I prestiti personali, invece, rappresentano il 30,7% del totale dei contratti di credito attivi, lievemente al di sotto della media nazionale, mentre i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi spiegano il restante 43,0%.


A livello provinciale, Sondrio guida la classifica regionale per quanto riguarda i mutui, con una quota del 29,6% (dato che posiziona la provincia al 5° posto a livello nazionale) e vanta il primato anche relativamente ai prestiti personali, con il 36,2% sul totale dei contratti di credito attivi, mentre Como si distingue per l’incidenza dei prestiti finalizzati, con il 46,1%.

Lecco è invece fanalino di coda insieme a Varese per incidenza di mutui (25,9%) più alta è invece la percentuale relativa ai prestiti personali (28,8%) e dei prestiti finalizzati (45,3%).

Rate e importi residui nelle province lombarde

Per quanto riguarda gli importi, spicca ancora una volta Sondrio che, con una rata media mensile pari a 449 euro, si posiziona al 2° posto assoluto nella graduatoria nazionale. Seguono Milano con 428 euro, e Lecco, con 427 euro.

Riguardo all’indebitamento medio, la provincia lombarda con l’esposizione residua più elevata risulta essere Milano, con 52.560 euro, che la colloca al 1° posto assoluto nel ranking nazionale. Al contrario, quella che risulta meno esposta è Mantova, con un indebitamento medio di 35.384 euro. Lecco resta a metà classifica con una media di 49, 9 mila euro di debito residuo ancora da rimborsare.