Olimpiadi. La Cgil: “Auspichiamo nuovi posti di lavoro sul territorio”

Tempo di lettura: 2 minuti

Il segretario provinciale Diego Riva interviene sull’assegnazione delle Olimpiadi a Milano-Cortina

“Positivo anche per l’area lecchese, dovrà incentivare lo sviluppo del territorio”

LECCO – “La soddisfazione è grande anche perché il nostro territorio non sarà relegato al secondo piano”. Diego Riva, segretario generale della Cgil Lecco, non nasconde la contentezza per l’assegnazione di Olimpiadi e Paralimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina.

Gli atleti gareggeranno tra gli impianti del capoluogo milanese e della Valtellina, per questo il lecchese potrà essere coinvolto, soprattutto a livello logistico.

“Auspichiamo che i Giochi portino lavoro e condizioni positive nel territorio – prosegue Riva – in particolare perché ci sarà bisogno di rinforzare le infrastrutture. Migliorare la viabilità sarà fondamentale per garantire alle delegazioni sportive e ai tifosi di poter raggiungere più velocemente, senza disagi e in sicurezza, i luoghi delle gare. Penso in primo luogo alla Statale 36, in cui proprio nei giorni scorsi ci sono stati problemi a Fiumelatte per alcune crepe in galleria. Queste azioni saranno utili e propedeutiche anche per un avanzamento in senso generale. Una necessità di sviluppo che non può essere rimandato all’infinito se non vogliamo restare indietro”.

Un occhio di riguardo va anche al turismo. “Con questo appuntamento può aumentare considerevolmente il flusso turistico in provincia di Lecco – prosegue – Questo settore avrà sicuramente una opportunità di crescita in più, e potrà dare posti di lavoro. Il nostro impegno sarà quello di supportare tutto quanto possa essere utile a creare occupazione di qualità e garantire la sicurezza di chi lavora”.