Sittel e gli stipendi non pagati: tavolo in Prefettura, presto il caso al Ministero

Tempo di lettura: 2 minuti
Il presidio davanti all'azienda Sittel di Colico

Incontro in prefettura sul caso della Sittel di Colico e dei lavoratori senza stipendio da mesi

Posti di lavoro a rischio anche per i cambi di appalto. Il 9 incontro al Ministero

LECCO – Un’aggiornata rappresentazione dello stato di criticità della condizione dei lavoratori della società Sittel spa in conseguenza del perdurare del mancato pagamento dei salari dei lavoratori.

E’ con questa finalità che il Prefetto di Lecco, Castrese De Rosa, ha incontrato questa mattina, in videoconferenza, i rappresentanti sindacali di CGIL Diego Riva e Fabio Gerosa, il Presidente della Provincia Claudio Usuelli, Matteo Sironi dell’Amministrazione provinciale di Lecco ed il Sindaco di Colico Monica Gilardi.

Al mancato pagamento dei salari ai lavoratori, spiega la Prefettura, si aggiunge il rischio di possibili cambi di appalto delle attività che pregiudicherebbero ulteriormente le condizioni economiche delle maestranze.

Il primo positivo risultato raggiunto dall’azione congiunta dei soggetti presenti al tavolo è stato l’incontro ottenuto dalla Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo, che ha convocato le parti il 9 dicembre prossimo ed in occasione del quale verrà richiesto di seguire la vicenda a livello nazionale.

 La vicinanza della Prefettura ai lavoratori

“Come Prefettura, come presenza dello Stato, del Governo sul territorio stiamo seguendo gli sviluppi di questa vicenda – ha detto il Prefetto – Oggi ho incontrato nuovamente le rappresentanze dei lavoratori, e, com’è naturale che sia, ho chiesto anche al Ministro dello Sviluppo economico, ricevendo le istanze dei lavoratori, di aprire un tavolo di negoziazione a livello nazionale. Anche l’Amministrazione provinciale ed il Sindaco di Colico stanno manifestando la vicinanza del territorio ai lavoratori che rischiano il posto di lavoro perché, soprattutto in questo periodo storico, non ricevere la retribuzione o peggio ancora, perdere posti di lavoro, è sicuramente un problema sociale. Appena possibile, visiterò lo stabilimento di Colico per far sentire ai lavoratori la vicinanza dello Stato”.

Le rivendicazioni espresse al Tavolo sono state immediatamente rappresentate ai Ministeri competenti affinché nell’incontro programmato per il 9 dicembre vengano affrontate tutte le questioni sul tappeto.