Olgiate, contributi ed esenzioni per attività e cittadini: il Comune scende in campo

Tempo di lettura: 2 minuti

A breve due bandi, uno per le attività produttive, l’altro per il settore spettacolo.

Bernocco: “Cerchiamo di dare una mano a tutti. Anche questa seconda ondata è una mazzata economica per tanti”

OLGIATE – Contributi alle attività produttive, commerciali e ai liberi professionisti, ma anche agli operatori dello spettacolo e alla Croce Rossa ed esenzioni dal pagamento per  gli ambulanti del mercato del giovedì e le famiglie che utilizzano lo scuolabus. E’ corposo lo stanziamento effettuato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Battista Bernocco per dare una mano, attraverso l’erogazione di bonus o il mancato pagamento di alcune spese, a tutti i cittadini, colpiti, chi in una maniera chi nell’altra dall’emergenza sanitaria del Covid che ha e sta comportando anche una crisi economica e sociale.

“Anche questa seconda ondata è per molti una vera e propria mazzata” ha commentato il primo cittadino durante la diretta Facebook trasmessa oggi, domenica, in cui ha aggiornato anche sui dati del contagio che vede 85 persone attualmente positive e 12 in sorveglianza attiva. “E per questo abbiamo deciso di stanziare diverse somme per affrontare situazioni difficili a causa del Covid”.

Niente Tosap per gli ambulanti

Con una variazione al bilancio, approvata contestualmente alla votazione sugli equilibri di bilancio (la minoranza si è astenuta) l’amministrazione ha deciso di esentare gli ambulanti del mercato settimanale di via Aldo Moro dal pagamento della Tosap per il 2020. Si tratta indicativamente di 7mila euro mentre ammonta a 36mila euro la cifra messa a bilancio per sgravare le famiglie dal pagamento del costo del trasporto scolastico. “E’ un servizio di cui non hanno usufruito da marzo a giugno con la chiusura della scuole e che anche ora risente di qualche parziale utilizzo dovuto a quarantene e altro”.

Due bandi

Il Comune ha anche intenzione di predisporre a breve un bando per le attività produttive, commerciali e per i liberi professionisti penalizzati dal lockdown. “Lo prepareremo in settimana precisando l’iter per presentare la domanda. Abbiamo pensato anche ad un altro bando, dal valore di 5mila euro, riservato agli operatori dello spettacolo, a loro volta rimasti bloccati con la chiusura di cinema, teatri e sale”. Contributi a cui si aggiungono i 28mila euro che serviranno per erogare altri buoni alimentari da destinare alle famiglie in difficoltà.

Un contributo per la Croce Rossa

Tra i tanti destinatari di aiuti, la Giunta non ha dimenticato neppure chi ha fatto dell’aiuto agli altri il suo simbolo, ovvero la Croce Rossa che ha sede proprio in paese in via Monte Rosa. “I volontari della Cri sono sempre stati disponibili e hanno lavorato tantissimo durante questa emergenza. A loro abbiamo destinato 4.500 euro”.