Sarà un imprenditore lecchese ad acquistare la Whirlpool di Napoli?

Tempo di lettura: 1 minuto

Spunta il nome di PRS tra i compratori di Whirlpool, ai suoi vertici c’è Alberto Ghiraldi

L’imprenditore lecchese potrebbe essere una figura chiave nel futuro della fabbrica napoletana

NAPOLI / LECCO – La vendita della sede di Napoli della Whirlpool è ormai inevitabile: martedì, al tavolo di confronto al Ministero, l’amministratore delegato Luigi La Morgia ha annunciato l’avvio delle procedure per la cessione del ramo di azienda.

Una decisione unilaterale da parte di Whirlpool, dopo un aspro confronto con i sindacati che continuano la protesta insieme ai lavoratori, dopo “l’individuazione di un nuovo partner”. Una soluzione che dovrebbe garantire “gli attuali livelli occupazionali” secondo quanto riferito dal referente dell’azienda. Si parla di ben 400 lavoratori.

Il partner, così come dichiarato da La Morgia al termine dell’incontro al Mise, è il gruppo PRS (Passive Refrigeration Solutions SA), con sede a Lugano che vede ai suo vertici, insieme al fondatore Rodolphe Schmid e Secondo Pradella, l’imprenditore lecchese Alberto Ghiraldi (direttore della società svizzera secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore)

Ghiraldi è anche presidente della Nomos, azienda produttrice di frigoriferi in passato con sede ad Olgiate Molgora poi trasferita nel monzese.

In un articolo pubblicato nel 2009 da MbNews (al link), l’imprenditore lecchese spiegava il successo della sua azienda, realizzatrice di frigo in grado di conservare meglio e più a lungo frutta e verdura.