Sciopero in Regina Catene, i sindacati: “Clima intimidatorio”

Tempo di lettura: 1 minuto

Protesta sindacale nelle sedi di Olginate e Cernusco di Regina Catene

Fiom e Fim denunciano l’uso “massiccio” di contestazioni verso i lavoratori

OLGINATE / CERNUSCO – Due ore di sciopero quelle proclamate per la giornata di oggi, giovedì nelle sedi di Olginate e Cernusco di Regina Catene dove i sindacati denunciano “un massiccio utilizzo di contestazioni disciplinari nei confronti di diversi lavoratori, che hanno portato in molti casi a sospensioni e licenziamenti”.

Così i dipendenti che hanno aderito alla protesta hanno incrociato le braccia nelle ultime due ore di ogni turno lavorativo.

“Sono inaccettabili le conseguenze che hanno subito i lavoratori coinvolti,come è inaccettabile il clima intimidatorio che vige in azienda e che vivono tutti i lavoratori – spiegano i referenti di Fiom Cgil e Fim Cisl insieme alla RSU – Denunciamo inoltre , mancanza di un reale confronto di merito su il coinvolgimento della R.S.U e R.L.S sulle varie tematiche tra cui: gestione cassa integrazione problematiche organizzative mancanza di risposte sul tema sicurezza che puntualmente le R.L.S segnalano all’azienda”.

“Adesso basta – proseguono i sindacati – chiediamo rispetto per lavoratrici e lavoratori e vere relazioni sindacali per discutere e trovare soluzioni alle tante problematiche presenti in azienda”.