Acquistati sei treni ad idrogeno: nel 2023 in servizio sulle linee di Brescia

Tempo di lettura: 2 minuti

BRESCIA – È stato presentato oggi, in videoconferenza, il progetto di FNM e Trenord, denominato H2iseO, che consiste nell’acquisto di nuovi treni alimentati a idrogeno che serviranno dal 2023 la linea Brescia-Iseo-Edolo e nella realizzazione di centrali per la produzione di idrogeno, destinato inizialmente ai nuovi convogli ad energia pulita.

Il Consiglio di Amministrazione di FNM ha deliberato l’acquisto di 6 elettrotreni alimentati a idrogeno, con l’opzione per la fornitura di altri 8. L’investimento è stato preliminarmente stimato in oltre 160 milioni. I primi di questi convogli, prodotti da Alstom, saranno consegnati entro il 2023 e saranno affidati, tramite locazione, a Trenord.

I vecchi convogli diesel che saranno inizialmente sostituiti sono in servizio dai primi anni ’90 (tipologia: Aln 668). Il treno ad alimentazione a idrogeno è sviluppato sulla base della piattaforma Alstom Coradia Stream; Alstom, infatti, è attualmente il solo produttore di materiale rotabile ad aver realizzato e messo in servizio commerciale treni passeggeri di questo tipo (convogli Coradia I-Lint in servizio in alcune aree della Germania). I nuovi treni che FNM ha deciso di acquistare sono in larga misura identici ai treni Donizetti già in uso a Trenord, consentendo di ridurre i tempi di consegna e conseguire possibili sinergie in ambito manutentivo.

“Realizzare la mobilità sostenibile – commenta l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi – significa supportare progetti concreti come questo, capaci di progettare nuove soluzioni per un trasporto a zero impatto ambientale, caratteristica questa ancora più importante in una Regione densamente popolata come la Lombardia. I treni ad idrogeno contribuiranno a cambiare il volto alla Brescia-Iseo-Edolo sostituendo gli attuali convogli diesel e aprendo nuove prospettive per il settore ferroviario a livello nazionale. Il Sebino e la Valcamonica saranno protagoniste di questo processo di innovazione. I nuovi convogli a idrogeno si aggiungono al programma finanziato da Regione Lombardia per l’acquisto di 176 nuovi treni, finalizzato a rinnovare la flotta attualmente in servizio: alcuni di questi treni sono entrati in funzione quest’anno su diverse linee lombarde”.