Evasione fiscale: sequestro da 800 mila euro a due aziende pavesi

Tempo di lettura: 1 minuto

PAVIA – La Guardia di Finanza di Pavia nell’ambito della diuturna attività di contrasto alla frode ed all’evasione fiscale ha sequestrato beni mobili ed immobili per poco più di 800.000 euro nei confronti di due imprese pavesi.

I controlli condotti nei confronti delle due società, operanti nel settore edile e meccanico, hanno fatto emergere l’ingente evasione delle imposte. Condividendo le ipotesi investigative la Procura della Repubblica di Pavia ha richiesto al competente Giudice per le Indagini Preliminari l’adozione dei provvedimenti cautelari a garanzia del credito d’imposta.

Sulla base di tali provvedimenti, i Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Pavia hanno sequestrato immobili, rapporti finanziari e quote societarie, fino al raggiungimento delle somme corrispondenti alle imposte sottratte alle casse dello Stato.
Gli esiti di questa attività d’indagine costituiscono un’ulteriore testimonianza del costante presidio economico-finanziario esercitato dalla Procura della Repubblica di Pavia, in stretta sintonia con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, per la repressione del grave fenomeno dell’evasione e frode fiscale, a tutela dei cittadini e degli imprenditori onesti.