Lettera. Lo sfogo di una lettrice: “Rimandata a casa perché i vaccini erano finiti”

Tempo di lettura: < 1 minuto

LECCO – Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una cittadina in merito a un disservizio verificatosi al centro vaccinale dell’ospedale di Lecco.

“Buongiorno,
Sono una cittadina della provincia di Lecco, di Galbiate. Ieri mi sono presentata presso il piano -1 dell’ospedale di Lecco adibito alle vaccinazioni covid19 per fare la terza dose, ovviamente prenotata sul sito di Regione Lombardia con orario 19/20 e con me in fila c’erano tante altre persone con prenotazione.
Ad un certo punto è uscito personale della sicurezza dicendo che i vaccini erano terminati, alla nostra richiesta di spiegazioni la loro risposta è stata quella di ritornate l’indomani mattina senza prenotazione perché purtroppo erano state fatte passare troppe persone non prenotate, così tante da finire i vaccini e rimbalzare i prenotati.
Ora mi chiedo: da prenotata sono stata rimbalzata, ma se fossi andata stamattina non prenotata mi avrebbero fatto il vaccino senza problemi oppure trovando una fila di 50 persone mi avrebbero rimbalzata per la seconda volta?
Non se ne può più, obbligano le persone a fare il vaccino per di più dose booster e si permettono di rimandare a casa persone che hanno rispettato tutte regole prenotando.
Questa è la Lombardia.
Senza parole”.
Lettera firmata