La targa dei Martiri delle Foibe buttata nel lago, la trovano i sub

Tempo di lettura: 1 minuto
La targa Riva Martiri delle Foibe ritrovata nel lago dai sub nel 2013

targa martiri foibe (1)

LECCO – Era sparita nei mesi scorsi dopo che già all’inizio dello scorso anno era stata rubata e gettata nel cantiere del Tribunale; la si era cercata invano mentre lei, la targa di “riva Martiri della Foibe”, giaceva sul fondo del lago non lontano dalla riva.

A ritrovarla sono stati i sub che nella giornata di domenica hanno ripulito l’area antistante il monumento ai caduti in occasione della manifestazione “Lario e Ben-essere”: un evento dedicato alla prevenzione che nel pomeriggio di ieri ha portato ad animare la passeggiata sul lungolago degli stand di associazioni e gruppi sportivi.

La kermesse è stata organizzata dalla scuola di subacquea “P Power H20”, in collaborazione con la Regione, la Provincia e il Comune di Lecco, quest’ultimo rappresentato dall’assessore alle Politiche Sociali, Ivano Donato.

Grande la sorpresa alla riapparizione della targa, un po’ meno alla vista di altri “reperti” riemersi dalle acque: un pneumatico, una sedia, parti di motore e immondizia varia.