Gentile redazione,
sarei grata se venisse pubblicata la seguente lettera in replica ad alcune affermazioni udite personalmente nel Consiglio Comunale dello scorso 29 marzo o lette sui vari organi di stampa locale. Mi spiace che spesso qualcuno mi appelli in modo negativo in qualità di “ex sindaco di Olgiate Molgora”. Tengo a precisare, e precedentemente ho già dovuto farlo, che in primo luogo sono una CITTADINA OLGIATESE e, come mia caratteristica di persona libera e indipendente, amo la sincerità e la possibilità di esprimere il mio pensiero. Inoltre sono fondamentalmente un’INSEGNANTE DI SCUOLA PRIMARIA che da quasi quarant’anni ha la fortuna di operare in quel di Olgiate Molgora. Ovviamente sono molto orgogliosa di aver fatto parte di due amministrazioni comunali, dapprima come consigliere
comunale (gavetta molto importante per iniziare ad addentrarsi nei meandri di tale ambito) e infine come primo cittadino in qualità di indipendente in una compagine di centro sinistra.

Il logo della campagna di sensibilizzazione per dire no alla realizzazione del parcheggio nel giardino della scuola

Ora vorrei ribattere ad alcune falsità e insinuazioni:
– Mi si accusa di avere impropriamente pubblicizzato l’iniziativa del comitato NO PARKING sul profilo FB asserendo che è un sito istituzionale! FALSO! È un profilo creato anni fa in occasione della nascita del servizio di cui sono stata una delle prime promotrici ma già nel ruolo di insegnante! Tant’è che sono una degli Amministratori del gruppo!!! E cosa ci sarebbe di grave a promuovere una petizione tra coloro che
sono già virtuosi attuando, nel ruolo di genitori o volontari, la possibilità di recarsi a scuola a piedi????
– Mi piacerebbe sapere a quali boicottaggi si riferisce il sindaco riguardo il personale della scuola. Mi risulta che la collaborazione a distribuire volantini di iniziative comunali sia sempre avvenuta (e anche qui mi devo ripetere!!!) e oltretutto spetta alla dirigenza dare disposizioni in merito! Forse dà fastidio che il personale della scuola sia un’istituzione pensante e desiderosa di avere la sua autonomia nelle scelte didattiche ed educative, se pur rimanendo attenta e disponibile a suggerimenti e proposte?
– Si afferma che ci siano state comunicazioni preventive (comunicazioni e non dibattito!) con la dirigenza, che comunque non mi sembra abbia mai dato un parere favorevole e che si è sempre resa disponibile al dialogo. Ma è corretto che una decisione importante come quella di privare i bambini di una buona parte di giardino (la misura del 3% mi pare piuttosto a favore del progetto…quando basterebbero semplici calcoli da “non tecnico” per evidenziare che supera abbondantemente il 7%!) non sia stata posta al vaglio di tutto
il personale della scuola e al suo organo istituzionale che comprende anche i genitori che è il Consiglio d’Istituto?
– Viene affermato che le amministrazioni precedenti non hanno tutelato il verde. Forse fa comodo dimenticare che proprio la mia amministrazione (e con grande mia spinta personale!) ha determinato l’ISTITUZIONE del PLIS, ovvero del PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL MONTE DI BRIANZA con
Olgiate come ente capofila? Forse ci si dimentica pure come l’attuale PGT (Piano di Governo del Territorio) a CONSUMO di SUOLO pressoché ZERO sia stato promulgato dall’amministrazione Brambilla di cui la scrivente faceva parte?
Sono convinta che chi parte all’attacco non disponga di veri strumenti argomentativi a propria difesa.
Invece di arroccarsi il diritto di DECISIONE IMPERITURA non ne uscirebbe meglio un sindaco che aprisse un dialogo
con chi gli sta chiedendo qualcosa che sta molto a cuore a molti?
PIÙ VERDE POSSIBILE PER LE GENERAZIONI FUTURE E PROPORRE SCELTE ALTERNATIVE PER INCREMENTARE UNA
CULTURA DI ECOSOSTENIBILITÀ, NON A PAROLE MA A FATTI CONCRETI… LA DISTRUZIONE DELLA’AMBIENTE
AVVIENE A PICCOLI PASSI!
Cordialmente,
Dorina Zucchi, insegnante e cittadina olgiatese