Cartello pubblicitario in mezzo al marciapiede, la polemica di Cambia Calolzio

Tempo di lettura: 1 minuto

Colosimo (Cambia Calolzio) punta il dito contro la maggioranza

“Invitiamo la maggioranza a far rimuovere il palo in corso Dante”

CALOLZIOCORTE – “Disabili, anziani e bambini si devono rassegnare perché la priorità per l’amministrazione comunale è quella di tutelare interessi economici della ditta che posiziona i cartelli pubblicitari in cambio di qualche servizio di manutenzione a discapito dell’accessibilità dei luoghi pubblici”.

Diego Colosimo, consigliere del gruppo di minoranza Cambia Calolzio punta il dito contro l’amministrazione comunale dopo l’istallazione di un palo con cartello pubblicitario e orologio al centro di un marciapiede in corso Dante. “Una vera mancanza di sensibilità per i pedoni. Una buona amministrazione deve dare il buon esempio sulla gestione della cosa pubblica. Non lo è stato in questo caso – continua Colosimo -. Mettere ostacoli nei percorsi pedonali non rappresenta la risposta al superamento delle barriere architettoniche, questione sollecitata più volte dal gruppo civico Cambia Calolzio e che ad oggi l’Amministrazione Comunale non ha dato riscontro”.

“Invitiamo la maggioranza a far rimuovere il palo con l’orologio in corso Dante nonché
ripristinare gli scivoli per agevolare disabili e passeggini nel centro cittadino occupati nel
mese di luglio di pannelli pubblicitari – conclude -. Rimarchiamo che non dobbiamo attendere i ‘grandi progetti’ di assessori e consiglieri con delega per aver un passaggio pedonale che sia rispettoso dei disabili, anziani e persone in difficoltà o più semplicemente di chi porta un passeggino”.